SHARE

VOYAGERW Finita 400x460 myTechnology va in vacanza, a testare la custodia Voyager

Dopo qualche giorno di problemi tecnici a me ignoti dovuti ai server di Aruba e per i quali si è risolto il tutto modificando i DNS, eccomi a comunicarvi con estremo piacere che me ne vado finalmente al mare! Anzi, a dire il vero ci sono di già e sto testando la custodia Voyager della Cellular Line, ideata per impermeabilizzare cellulari, lettori mp3 o prodotti hi-tech in generale per fare in modo di proteggerli quando siete in spiaggia.

Dopo aver fatto qualche prova di impermeabilizzazione a casa, sono passato all’atto pratico. Inizialmente l’avevo presa pensando di usarla per proteggere l’iphone dalla sabbia (con tutta la fiducia che posso avere in Cellular Line, l’iPhone in acqua no grazie), ma poi mi è venuta la geniale idea di inserirvi una videocamerina compatta recensita in passato e che solitamente non uso ma che comunque registra video in Full HD.

Innanzitutto sono rimasto colpito da come la custodia risponde bene inserendovi l’iPhone, il touchscreen non perde troppo in quanto a sensibilità sebbene la pellicola protettiva sia bella spessa e poi si parla e si ascolta abbastanza agevolmente. Ma il meglio l’ho avuto appunto provandola in acqua la videocamera: non è penetrata mezza goccia sebbene l’abbia immersa più e più volte e nonostante mio figlio di 1 anno abbia effettuato rigidi crash test dentro e fuori dall’acqua con sabbia e sassolini; inoltre la qualità delle riprese non ne ha risentito perchè  i video si vedono perfettamente e si sentono sebbene l’audio risulti leggermente più attutito. Anche nelle riprese subacquee tutto ok, ovviamente non è che si possa sperare in chissà cosa se il mare non è limpido ma il fatto di esserci la pellicola di mezzo ancora una volta non distorce troppo l’immagine.

L’unico frangente nel quale il video mi è sembrato in difficoltà è stato nei cambi di luce intensi: so che la videocamera da me usata non è un fulmine in quest’ambito ma ho avuto la sensazione che il fatto di essere avvolta nella pellicola abbia rallentato ancor di più la capacità della lente di adattarsi all’ambiente.

Giudizio definitivo? Accessorio caldamente consigliato! Se non avete una fotocamera che faccia da test o se proprio non vi fidate di nuotare con il cellulare lo consiglio quanto meno per proteggere il tuo dispositivo dalla sabbia.

Update: dopo la prima settimana di utilizzo in cui non mi ha dato problemi, poi con l’iPhone ho riscontrato difficoltà a prendere le chiamate, mentre alcune gestures le prendeva normalmente con altre invece il telefono aveva un comportamento anomalo. Resto comunque del tutto positivo nell’utilizzo con la videocamerina, fuori e dentro l’acqua.

Qui di seguito trovi un video registrato in mare. Buone vacanze a tutti!

<

Articolo precedenteAcquisti gratuiti In-App su iOS, la falla continua...
Articolo successivoMicrosoft Metro cambia nome in attesa di trovarne uno nuovo
Classe '81, appassionato di tecnologia e internet. Dal 29 marzo 2007 scrive quotidianamente con passione sul suo blog www.mytechnology.eu | .it articoli che circondano il mondo hi-tech ed i servizi che internet offre. Ha una bellissima moglie, un figlio adorabile ed un secondo in cantiere, passa le nottate scrivendo articoli e giocando con i membri del clan EraseR che conosce da ben 15 anni.

2 COMMENTI

Rispondi