CONDIVIDI

mobile brands

Come accade ogni anno molti di noi sceglieranno di cambiare cellulare, vuoi perchè ormai quello che abbiamo ha fatto il suo tempo, vuoi perchè è ormai equiparabile ad una lumaca a causa dei continui update oppure semplicemente perchè ci piace cambiarlo spesso.

Ogni anno però nei cellulari vediamo qualcosa di nuovo, o c’è quella chicca in più che ce lo fa piacere e sembrare innovativo: lo è stato per l’NFC, e ancora per il lettore di impronte digitali, ma quale sarà l’ultima moda per il 2016?

E’ ancora presto per dirlo, ma sembra che i termini waterproof, usb-c e addirittura scanner dell’iride saranno molto gettonati negli smartphone 2016.

Quale sistema operativo dovrà avere il mio prossimo smartphone?

Sostanzialmente ce ne sono due: iOS (giunto alla versione 9) per iPhone e Android (ultima versione: 6 – Marshmallow). Non me ne vogliate ma Windows mobile è ancora lontano dal dimostrare di poter competere ad armi pari e tutta questa sua lentezza nel riuscire ad affermarsi se non fosse che nel frattempo ha causato l’estinzione di Nokia e gode delle finanze di Microsoft in qualsiasi altro caso avrebbe portato all’auto estinzione.

iOS e Android sono due ambienti ormai molto ben definiti e supportati dagli sviluppatori. Per semplicità di utilizzo tendo sempre a consigliare iOS (e quindi iPhone) in quanto è davvero user friendly ed in più integra alcune accortezze che Android non è ancora riuscita ad integrare bene nemmeno ricorrendo ad app di terze parti.

L’acquisto di un iPhone però comporta nella maggior parte dei casi il prosciugamento di uno stipendio, o di buona parte di esso, e quindi spesso si propende per Android anche per questo motivo (e anche giustamente aggiungerei).

Il bello di Android è il suo essere compatibile con smartphone di fascia bassa, media o anche alta e permette all’utente inesperto di avere un buono smartphone e all’utente avanzato di averne uno ottimo con cui può avere interfacce che su iPhone invece non può avere per la sua natura “icona centrica”.

Se quindi vuoi la semplicità e non hai vincoli di spesa il mio consiglio è di scegliere iPhone e anche qui l’acquisto è molto semplice dato che Apple non da molte alternative: comprati l’ultimo uscito e stai sereno; in tutti gli altri casi invece affidati ad Android.

OK ho scelto Android, ma quale prendo?

Per capire qual’è il miglior smartphone Android che fa per te dobbiamo capire prima alcune cose:

  • quanto sei disposto a spendere?
  • che tipo di utilizzo ne farai?

queste due domande sono un po’ le stesse che si fanno quando si sceglie un computer, perchè data la moltitudine di brand e opzioni dobbiamo quindi capire come affinare la ricerca.

Quando la determinante è il potere d’acquisto

Esistono 3 tipi di fascia: bassa, media e alta.

Quella bassa è posizionabile tra i 100 – 150 Euro, quella media intorno ai 200-400 Euro e quella alta invece diciamo che non ha limiti, e quindi si va dai 500 agli 800 o addirittura 900 Euro.

Poter spendere un po’ di più ci permette sostanzialmente di avere un processore che si spera possa sopravvivere ai futuri aggiornamenti del sistema operativo, inoltre rende ovviamente più veloce le operazioni di tutti i giorni. Poter accedere alla fascia media ci da anche accesso a display leggermente più grandi e più curati, oltre che a tutta un’altra serie di cose.

Questo è un discorso abbastanza banale da fare, ma è importante capire che alcuni dispositivi di fascia media possono davvero fare un’ottima concorrenza ai top di gamma mentre difficilmente uno di fascia bassa potrà competere con uno di fascia media.

Quando la determinante è il tipo di utilizzo

Se invece la tua unica preoccupazione è come userai il telefono allora il discorso va approcciato in maniera un po’ diversa.

Se per te il telefono deve fare solo una cosa: telefonare, è chiaro che non vale la pena spendere 500 Euro, perchè ci sono ottimi telefoni anche gradevoli nel design che lo fanno per molto meno. Qui si può spaziare davvero parecchio ma se prendiamo il modello di fascia bassa consigliato qui sotto già dovremmo vivere tranquilli per un po’ di tempo.

Se ami fare le foto invece il discorso si complica, perchè qui entrano in gioco due fattori: sensore d’immagine e display, entrambi importanti per scattare ma anche poter godere degli scatti appena fatti visualizzandoli su un display che li valorizzi. Se quindi ti senti appartenere a questa categoria dovrai sicuramente orientarti su smartphone di fascia medio-alta.

Una eccezione: prima ho bocciato i windows mobile, ma se c’è una cosa per i quali sono riconosciuti è l’ottica della fotocamera che è sempre stata tra le migliori sul mercato. Tuttavia non me la sento di consigliarvi un Lumia 950 per via del suo costo elevato, piuttosto vi consiglierei di tenere in considerazione il modello Lumia 640 XL LTE che costa 240 Euro

Qual’è il brand migliore?

Ognuno ha le sue preferenze e per quanto mi riguarda per ogni fascia ho dei brand preferiti che attualmente sono i seguenti:

  • fascia bassa: Motorola
  • fascia media: Huawei, OnePlus, HTC
  • fascia alta: Sony, linea Nexus, Samsung

Motorola negli ultimi due anni ha spinto molto per riuscire a guadagnare il suo posto di leader nella fascia più economica del mercato, ma lo ha fatto presentando telefonini comunque belli e fluidi.

La fascia media è oggi quella di maggior fermento e anche quella che vanta il maggior numero di competitor per via dell’arrivo sul mercato di alcuni outsider cinesi o di produttori come Asus che con il modello Zenfone 2 hanno ingolosito i nostri palati. Huawei a fine 2015 ha presentato degli ottimi P8 e P8 Lite che sono davvero belli e hanno caratteristiche da quasi top di gamma. OnePlus invece ha duplicato la sua offerta e replicato il successo ottenuto nel 2014.

La fascia alta invece è contrassegnata dai soliti noti. Dei 3 che ho elencato attualmente quello che meno mi soddisfa è Samsung: è un brand importante nell’ecosistema Android in quanto ha spinto l’asticella dei suoi terminali sempre più verso l’alto nella sua ricorsa ad iPhone ma la sua interfaccia software è riconosciuta essere come una delle peggiori.

Quando è meglio comprarlo?

Non esiste un periodo dell’anno migliore di un altro, l’importante è sapere di non pagare al prezzo pieno uno smartphone che ha già qualche mese sulle spalle, se ad esempio so che a febbraio uscirà il nuovo Samsung Galaxy S7, non è che l’S6 o l’S6 Edge siano brutti dispositivi, anzi, ma devo essere certo di non andare a pagarlo troppo anche perchè specialmente nel caso di Samsung i suoi smartphone hanno una decadenza di prezzo abbastanza importante già dopo il primo mese dalla sua uscita.

Per quanto riguarda iPhone invece se anche doveste prenderlo in ritardo pagandolo prezzo pieno o quasi (perchè in questo caso difficilmente avrete trovato un’offertona) e vi accorgeste che il modello appena presentato vi piace di più, avete la quasi certezza che potrete rivederlo abbastanza facilmente senza perderci troppo.

miglior smartphone 012016

Miglior smartphone di fascia bassa, gennaio 2016:

moto g

Motorola Moto G

Il Motorola Moto G di seconda generazione lo si trova anche a 138 Euro prezzo Amazone quello di terza è compreso tra i 150 ed i 200 Euro. E’ un ottimo telefono di fascia bassa che unisce un discreto display da 5″ ad un processore da 1200 Mhz e con una memoria unica da 8 GB che non darà quel fastidioso avviso di “memoria insufficiente” quando cercherete di installare un’app.

Miglior smartphone di fascia media, gennaio 2016:

Huawei-p8

Huawei P8

Huawei nel corso della seconda metà 2015 ha davvero stupìto presentando terminali con un ottimo design ma anche un buon bilanciamento hardware/software. Il display da 5.2 pollici ha una risoluzione di 1920×1080 pixel e la fotocamera è in grado di registrare in Full HD a 30 fps e scattare foto da 13 megapixel con stabilizzatore ottico e dual flash LED. Per quanto riguarda il prezzo, non si fatica a trovarlo intorno ai 350 Euro

Miglior smartphone di fascia alta, gennaio 2016:

sony_xperia_z5_premium_gold_offical

Sony Xperia Z5

Attualmente il Sony Xperia Z5 è lo smartphone top di gamma che ritengo di maggior interesse: oltre alla sua peculiare resistenza all’acqua e alla polvere che ha mosso il mercato ed i progetti di Samsung e Apple, ha un display da 5.2″ con risoluzione a 1920×1080 pixel ed un’ottima fotocamera da ben 23 megapixel che permette di registrare anche in 4K con pulsante dedicato. Il lettore delle impronte digitali è posto sul pulsante di accensione laterale, Sony è l’unica che utilizza una soluzione del genere. Il processore è lo Snapdragon 810 v.2.0 che è stato spesso criticato nel corso del 2015 per i problemi inerenti il surriscaldamento ma Sony sembra aver limitato il fenomeno. Per quanto riguarda il prezzo, Amazon ha di recente pubblicato un’offerta ribassata del 27% vendendolo quindi a 570 Euro.

Lo Z5 esiste anche nella variante Compact che in fase di presentazione mi sembrava più bello se comparato anche al prezzo, ma la versione Premium è sicuramente più completa oltre ad avere delle rifiniture migliori.

nexus 6p

Huawei Nexus 6P

Un altro smartphone top di gamma che mantiene comunque un prezzo abbordabile è il nuovo Huawei studiato in collaborazione con Google per la gamma Nexus: il Nexus 6P. Ha un generoso display da 5.7″, ed è mosso sempre dal processore Snapdragon 810 questa volta v.2.1. Anche il Nexus 6P come lo Z5 Premium ha 3 GB di Ram ed una fotocamera da 12.3 megapixel ma la cosa interessante è il connettore USB di tipo C grazie al quale non faremo più confusione in fase di inserimento dello spinotto e garantisce una velocità di ricarica maggiore. Un altro fattore da tenere in considerazione è che essendo un dispositivo Nexus, gode di tutti gli aggiornamenti che Google deciderà di rilasciare e nel più breve tempo possibile. Attualmente ha un costo su Amazon pari a 599 Euro

Cosa vedremo nei prossimi mesi?

A febbraio Samsung presenterà il nuovo Samsung Galaxy S7, che secondo i rumors vedrà il ritorno della scheda microSD ed una maggior impermeabilità oltre che una serie di innovazioni sulla scia di quello che è stato il Force Touch di Apple.

Sul versante iPhone invece, anche qui si parla di impermeabilità per iPhone 7 e la cosa ha destato molte critiche perchè sembra (ma ripeto che si tratta di rumors) che per raggiungere un buon livello di isolamento Apple deciderà di aliminare il jack delle cuffie che potrebbero essere sostituite con una soluzione wireless. Si parla anche di un ritorno al display da 4″ per un nuovo iPhone “economico” che possa costare intorno ai 450 Euro.

3 COMMENTI

  1. Dopo aver acquistato l asus zenfone 2 551ml non acquisterò mai più nessun smartphone di altre marche. Asus fornisce smartphone per tutte le esigenze e tasche restando cmq entro prezzi accessibili da tutti.

Rispondi