CONDIVIDI

huawei P9 4

Huawei P9 e P9 Plus sono ormai ufficiali, la sensazione è che la collaborazione con Leica abbia dato i suoi frutti e creato le basi per un ritorno o un nuovo inizio della doppia fotocamera.

Se hai seguito il live update di ieri forse sai già tutto o quasi, ma cerchiamo comunque di fare il punto della situazione in merito ai nuovi Huawei P9 e P9 Plus anche perchè durante il live sono girate alcune imprecisazioni.

I primi esperimenti seri di smartphone con doppia fotocamera risalgono al 2014 quando HTC presentò HTC One, una soluzione che dava indubbiamente una piccola scossa al settore ma che non generò troppo clamore e rimase vista più come una soluzione di marketing piuttosto che altro.

Huawei invece sembra essere riuscita grazie alla collaborazione con Leica a dare maggior importanza alla doppia lente ed al doppio processore d’immagine creando qualcosa di unico e professionale.

I nuovi Huawei P9 e P9 Plus sono sulla carta tutto quello che ci si stava aspettando, e forse anche qualcosa di più. Hanno un’ottima fotocamera posteriore, che nonostante lo spessore ridotto al minimo del device non comporta alcun camera bump come nei modelli concorrenti ovvero quel fastidioso scalino in concomitanza della lente. Fotocamera che è stata giudicata la funzione maggiormente utilizzata dai futuri utilizzatori e per tanto necessitava una collaborazione ed un coinvolgimento importante come quello di Leica che non solo si è occupata della progettazione a livello hardware delle lenti ma ha contribuito anche per quanto riguarda la parte software.

Fotocamera il vero fulcro di Huawei P9

huawei P9 3

Ecco quindi che Huawei sfodera una doppia fotocamera con ottica LEICA SUMMARIT 27mm asferiche ed apertura F2.2, che nascondono due sensori Sony IMX286 da 12 megapixel con pixel di dimensione 1.24 nm, più grandi quindi (sebbene di poco) di quelli utilizzati su iPhone. La particolarità di questi due sensori è che uno è RGB, quindi a colori, mentre l’altro scatta in bianco e nero ma permette in combinazione con l’altro di catturare molta più luce di quanto si potrebbe fare con un’unica ottica.

Anche il sistema della messa a fuoco ne beneficia: oltre al sensore laser per la messa a fuoco a corto raggio viene usata anche la rilevazione della profondità di campo e del contrasto per facilitarla. Vi ho citato in apertura HTC One, la cui particolarità era il fatto di poter mettere a fuoco a posteriori diversi punti dell’immagine: ovviamente questo sarà uno dei fattori chiave anche di P9 e P9 Plus

Design copiato, ma da se stessa

huawei P9

Un altro aspetto molto curato di questi P9 è indubbiamente il design. Già ho letto in rete i soliti commenti del tipo “sanno solo copiare da iPhone”, commenti che lasciano il tempo che trovano e si infilano nelle solite battaglie tra haters a meno che dovessimo attenderci uno smartphone romboidale. Dimensioni e materiali usati sono ai massimi livelli inoltre ci sarà anche un’ampia varietà cromatica per soddisfare tutti i gusti: 6 colorazioni disponibili per P9 e 4 per P9 Plus. Un design che richiama, con quella banda superiore, l’ultimo Nexus 6P prodotto dalla stessa Huawei.

Specifiche tecniche Huawei P9

  • Display: 5,2” full HD 423 ppi, 500 nit
  • CPU: Kirin 955 Octa Core (4 x 2.5 GHz + 4 x 1.8 GHz)
  • RAM: 3 / 4 GB LPDDR 3
  • Memoria interna: 32 / 64 GB eMMC espandibile via microSD fino a 128 GB
  • Fotocamera posteriore: dual camera da 12 megapixel, una delle quali in bianco e nero, f/2.2, laser autofocus
  • Fotocamera frontale: 8 megapixel f/2.4
  • Batteria: 3.000 mAh
  • Supporto a NFC
  • Lettore di impronte digitali sulla parte posteriore
  • Connettività: Wi-Fi a/b/g/n/ac dual band 2,4/5 GHz con Wi-Fi Direct; bluetooth 4.2, USB Type C
  • Dimensioni: 145 x 70,9 x 6,95 mm
  • Peso: 144 grammi
  • Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow con EMUI 4.1

Specifiche tecniche Huawei P9 Plus

  • Display: 5,5” full HD Super AMOLED
  • CPU: Kirin 955 Octa Core (4 x 2.5 GHz + 4 x 1.8 GHz)
  • RAM: 4 GB LPDDR 3
  • Memoria interna: 64 GB eMMC espandibile via microSD fino a 128 GB
  • Fotocamera posteriore: dual camera da 12 megapixel, una delle quali in bianco e nero, f/2.2, laser autofocus
  • Fotocamera frontale: 8 megapixel f/1.9 con Auto Focus
  • Batteria: 3.400 mAh
  • Supporto a NFC
  • Lettore di impronte digitali sulla parte posteriore
  • Connettività: Wi-Fi a/b/g/n/ac dual band 2,4/5 GHz con Wi-Fi Direct; bluetooth 4.2, USB Type C
  • Dimensioni: 152.3 x 75.3 x 6.98 mm
  • Peso: 162 grammi
  • Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow con EMUI 4.1

huawei P9 2

Cos’altro c’è da ricordare?

Tra le specifiche da non dimenticare, vanno citati:

  • il doppio speaker frontale, uno per i toni bassi e uno per i toni alti (capsula)
  • blaster infrarossi nella parte superiore per trasformare lo smartphone in un telecomando universale
  • tripla antenna virtuale: per scongiurare l’assenza di segnale per colpa della nostra mano si è optato per due antenne nella parte bassa e una nella parte alta
  • fotocamera anteriore con autofocus solo nella versione P9 Plus
  • ricarica rapida: con 10 minuti si garantiscono fino a 5 ore di chiamate
  • press touch (solo per P9 Plus), sistema analogo al force touch o 3D touch dei concorrenti
  • ottimizzazione del file system che dovrebbe garantire una maggior fluidità nonchè una maggior longevità del prodotto

Cosa manca?

Nella presentazione dei nuovi P9 non si è parlato di uno degli aspetti più richiesti degli ultimi mesi ovvero la resistenza ad acqua e polvere. Sembrava ormai un elemento di cui non avremmo potuto fare a meno e invece Huawei ha snobbato alla grande l’argomento e nessuno sembra farci caso, forse troppo infarciti dall’abbondanza di features di questo telefono. Non che sia un elemento imprescindibile, ma mi sembrava giusto farlo notare.

Un’altra cosa che manca a Huawei P9 è lo stabilizzatore d’immagine, che specialmente nei video avrebbe permesso la rimozione di quel fastidioso tremolio trasmesso dal nostro corpo.

Tutto questo ha un prezzo

Huawei nel tempo ha guadagnato importanti quote di mercato perchè come altri ha proposto dispositivi equivalenti ai top di gamma più blasonati a prezzi da smartphone di fascia media. Non è il caso per Huawei P9 e P9 Plus i quali arriveranno nei negozi già ad aprile ai seguenti prezzi:

  • Huawei P9: 599 Euro o 649 Euro nella variante 64 GB con 4 GB di RAM
  • Huawei P9 Plus: 749 Euro con disponibilità prevista per maggio.

Quindi siamo di fronte a prezzi ben superiori a quelli che hanno caratterizzato anche il modello precedente proposto in partenza a 100 euro meno, dobbiamo solo sperare che il mercato se ne accorga in fretta e quindi riassesti al ribasso. Va anche detto però che almeno per quanto mi riguarda Huawei P9 e P9 Plus sono al di sopra di ogni aspettativa (che già comunque era elevata).

1 COMMENTO

Rispondi