CONDIVIDI

alcatel-moveband-title

Da Alcatel ecco la recensione della Moveband, una smartband semplice per il tracking del sonno e del movimento

Alcatel in occasione di IFA 2016 aveva presentato le sue soluzioni di dispositivi indossabili e tracking quali Moveband, OneTouch Move, Move Track&Talk e MoveTrack.

Di queste la Moveband è una soluzione estremamente semplice che dovrebbe venire commercializzata in abbinamento agli smartphone e ricalca quelle che sono le peculiarità di molte smartband prive di sensore di rilevamento del battito cardiaco.

Il funzionamento è molto semplice: si carica la moveband e la si sincronizza con il telefono tramite bluetooth scaricando l’app apposita Moveband. Sulla smartband sono poi presenti dei led che ci indicano semplicemente lo stato della carica.

A livello di design, ricalca un po’ quello della Mi Band di Xiaomi, il bracciale ha una piacevole gommatura zigrinata e si allaccia con un doppio elemento ad incastro, la gommatura del bracciale inoltre permette all’unità interna di essere resistente all’acqua, ma per caricarlo bisogna sfilarlo dal bracciale ed inserirlo nell’apposito connettore (operazione se non altro estremamente veloce).

Dopo circa 1 mese di utilizzo posso dire che Moveband è decisamente affidabile quando si intende tracciare il sonno, mentre il conteggio dei passi si discosta di molto da quanto rilevato dal mio Pebble Time, ad esempio all’ora in cui scrivo (11.35 del mattino) Pebble rileva 1595 passi contro i 933 della Moveband, e tale divario andrà ad aumentare verso fine giornata.

L’app è fatta decisamente bene nella sua essenzialità: chiara e facile da utilizzare.

La cosa che però non ho capito di questa smartband è il motivo per cui sulla scatola siano riportate funzioni come la possibilità di scattare foto, rispondere alle chiamate ecc. che invece non è possibile fare. Ci si dovrebbe riuscire scuotendo il polso o facendo delle gesture, ma di fatto non è così.

Infine va capito se Alcatel ha intenzione di commercializzare questa band, e come. Le ultime notizie che ho trovato in merito dicono che potrebbe essere data in abbinamento ai propri smartphone.

RASSEGNA PANORAMICA
Design
50 %
Funzionalità
60 %
Precisione e affidabilità
40 %
Qualità generale
50 %
CONDIVIDI
Articolo precedenteGuida al regalo di Natale 2016
Articolo successivoRecensione auricolari Sony MDR-XB50BS
Classe '81, appassionato di tecnologia e internet. Dal 29 marzo 2007 scrive quotidianamente con passione sul suo blog www.mytechnology.eu | .it articoli inerenti queste due tematiche. Ha una bellissima moglie e due figli adorabili, e passa le nottate scrivendo articoli e giocando con i membri del clan EraseR che conosce da ben 15 anni.

Rispondi