CONDIVIDI

Eccolo finalmente svelato Galaxy S8, come mai prima d’ora Samsung si spinge alla ricerca di un design unico

Tutti, e proprio tutti i rumors e i leak si sono rivelati esatti: il nuovo Samsung Galaxy S8 dispone di un display da 5.8″ con aspect ratio da 18.5:9 che il brand definisce Infinity Display in quanto regala al telefono la sensazione di andare ad annullare i bordi orizzontali.

Il prezzo è di quelli alti: 829 Euro per S8 e 929 per S8+. Due modelli e due prezzi senza alcuna variante e quindi questo fa capire che non siamo più di fronte all’opzione flat o edge… ora è tutto edge, anche se la curvatura non è esagerata come in S7 che andava ad impattare anche sulla presa.

La dotazione standard prevede 4 GB di RAM e 64 GB di Rom espandibile per tutti i modelli mentre per le rifiniture si potrà scegliere tra Midnight Black, Orchid Gray e Artic Silver.

La prima cosa che colpisce di S8 è il modo in cui lo si impugna, e la sua estrema maneggevolezza nonostante il display da 5.8″, tutto merito infatti del 18.5:9.

Il display è un Quad HD+ Super Amoled e grazie alla risoluzione da 2960×1440 pixel con 570 ppi permette di lavorare su due applicazioni contemporaneamente sfruttando al massimo la modalità multi finestra. 

Addio logo, addio pulsante Home

Mentre il logo passa sul retro, il pulsante Home sparisce ma solo per finta in quanto c’è ma è invisibile: è stato posizionato un sensore di pressione la dove ci aspettiamo che sia in modo tale che qualora lo vogliamo premere durante l’utilizzo di app a schermo intero lo smartphone lo interpreta esattamente come se fosse il pulsante fisico.

La vera differenza è invece il sensore di impronte digitali che passa sul retro alla destra della fotocamera, una posizione che personalmente non prediligo ma l’autenticazione è bypassata da un’ottima rilevazione del volto e dalla scansione dell’iride: una modalità ancora da verificare che indubbiamente aumenta la sicurezza del telefono ma la cui efficacia a giudicare dai primi test non porta lo stesso grado di comodità.

Restano la certificazione IP68 ad acqua e polvere, il fast charging così come il wireless fast charging con alcune migliorie.

Ad esempio passati 30 minuti dall’immersione in acqua, cosa che inficerebbe la protezione IP68, si inserisce una modalità che esclude l’energia da alcune componenti particolarmente sensibili.

Fotocamere, entrambe F 1.7

Passiamo ora alle fotocamere: 12 megapixel quella posteriore con apertura F1.7, messa a fuoco dual pixel e scatto rapido.

La fotocamera frontale è invece una 8 megapixel, anch’essa con apertura F 1.7 con auto focus ed un sistema migliorato per il riconoscimento dei volti.

A questo punto va sottolineato come Samsung sia rimasto l’unico big (se escludiamo Sony) a non aver puntato sulla doppia fotocamera, segno che ormai non deve più inseguire ma invece è sicura dei suoi mezzi.

Processori, e tante antenne

Il processore di riferimento nonchè quello che fa più notizia è lo Snapdragon 835, ma come già accaduto in passato Samsung sceglie di destinarlo al mercato USA mentre in Europa arriverà l’altrettanto valido Exynos 8895 con il suo system on a chip prodotto internamente con tecnologia a 10 nanometri che stima un 10% di aumento di prestazioni rispetto a S7 ed un incremento del 20% invece relativo al processore grafico ovvero la GPU Mali G71 MP20.

L’Exynos ad ogni modo per gli amanti dei clock sarà composto da 4 core M2 a 2.5 GHz e 4 core Cortex A53 da 1.7 GHz.

Nel 2017 molti dei produttori hanno posto l’accento sul miglioramento delle proprie antenne LTE, e Samsung non è da meno con le 4 antenne LTE Cat 16 e WiFi Ac MU-MIMO. Ma la novità forse maggiore è la presenza del Bluetooth 5.0 e la compatibilità con i dispositivi Ant+, protocollo utilizzato in ambito fitness.

Infine, per quanto riguarda il GPS, pieno supporto a Galileo il nuovo sistema di satelliti Europeo.

Galaxy S8 avrà una batteria da 3000 mAh mentre S8+ da 3500 mAh ed è questa specifica, dimensioni a parte, la differenza più grossa tra i due.

Disponibilità e pre-ordini

La disponibilità in Italia è prevista per il 28 aprile e sarà pre-ordinabile anche su Amazon a questa pagina che lo spedirà con una settimana di anticipo.

Rispondi