CONDIVIDI

Vediamo oggi la recensione di una cuffia bluetooth di tipo “a collana”

Ho sempre guardato con sospetto gli auricolari di questa categoria: non sono full wireless, e hanno comunque una base di cavo oltre ad una componente che va in appoggio sul corpo… a cosa servono allora?

Ma dopo averne provati un po’ di tutti i tipi ed usando un auricolare a volte per diverse ore al giorno ho provato a pensare se questa soluzione non fosse in realtà quella che facesse per me non fosse altro per i difetti degli altri modelli: i full wireless spesso si scaricano al momento del bisogno, e quelli via cavo… beh, hanno il cavo.

Questi sono una via di mezzo, ideale per chi vuole averlo sempre con se perchè la base che si appoggia al collo è sempre li e nel corso della giornata praticamente ci si dimentica di averla ma nel momento del bisogno la cuffia è sempre pronta all’uso.

Litexim H5

E’ un auricolare di importazione, in vendita in Prime su Amazon ad un prezzo di circa 20 Euro, non particolarmente curati nel design ma in grado di svolgere adeguatamente il loro lavoro.

All’interno della confezione troviamo auricolari, cavetto microsd per la ricarica, foglietto delle istruzioni e adattatori in gomma con le diverse forme.

L’auricolare è di color nero con le parti terminali (quelle dove risiedono elettronica e batteria) leggermente più ingombranti rispetto all’archetto che gira intorno al collo il quale è sagomato per fare in modo che vada a posizionare più o meno sempre nel verso giusto; inoltre stortandolo un po’ ritorna sempre nella posizione iniziale.

Sull’alloggiamento di destra abbiamo il microfono, che ci permette di interagire con le chiamate, ed i classici pulsanti che al tocco hanno un effetto un po’ plasticoso ma essendo grossi sono molto ben raggiungibili.

Dai terminali partono poi i due cavetti che giungono agli auricolari pessando per un tendifilo che permettono un minimo di regolazione, anche se non è molto difficile che il cavetto fuoriesca dall’alloggiamento.

Gli auricolari infine hanno il pregio di avere un magnete nella parte posteriore per mettere un aggancio tra i due una volta che penzolano sul petto mentre non li stiamo utilizzando.

Qualità audio delle Litexim H5

A livello di qualità dell’audio in cuffia il suono è molto normale, un po’ piatto se vogliamo senza dare molto in termini di bassi, ma da una cuffia di questo tipo non mi aspetto certo risultati strabilianti. Però l’audio è pulito e senza particolari fruscii.

La voce dell’assistente in cuffia che ci avvisa quando accendiamo, spegnamo o facciamo il pairing della cuffia ha un certo accento cinese fortunatamente non troppo marcato.

Per quanto riguarda il microfono incorporato funziona bene, non mi è capitato di ricevere segnali dall’interlocutore del fatto che si sentisse male ma bisogna stare attenti che non sia coperto da indumenti in quanto per sua natura tende ad infilarsi sotto anche se intelligentemente è stato posizionato sulla parte alta e non quella bassa che quindi verrebbe maggiormente disturbata.

Pregi e difetti degli auricolari Litexim H5

Tra i principali difetti di questa cuffia, potrei menzionare un design forse poco curato: di cuffie di questo tipo ce n’è davvero tante e molte volte anche l’occhio vuole la sua parte, ma i pregi superano di gran lunga questo aspetto banale: è estremamente leggera e comoda, al punto che come ho detto non è difficile dimenticarci del fatto che la si indossa, ed ha una buona batteria capace di coprire una giornata con un uso piuttosto marcato.

Rispondi