Gli auricolari Meizu EP52 sono una soluzione molto interessante per chi desidera comodità e qualità al giusto prezzo

Gli auricolari Meizu EP52 arrivano in un’ottima confezione contenente gli auricolari, un astuccio di cartone con i vari adattatori in-ear, il cavo micro usb ed un astuccio in silicone per il trasporto di tutti i giorni con chiusura magnetica.

L’astuccio sebbene a prima vista possa sembrare un’ottima soluzione ha dei punti deboli: la gommatura attrae peli e sporcizia e la cosa si riflette anche all’interno andando a sporcare anche gli auricolari. Inoltre le dimensioni non sono troppo generose e questo fa in modo che una volta inseriti la chiusura magnetica viene meno.

Ma questo è forse l’unico aspetto negativo di un prodotto davvero ben fatto.

L’auricolare rientra tra quelli con l’archetto che si appoggia al collo, un archetto in silicone molto piacevole al tatto e molto malleabile con un collegamento magnetico posto sul retro degli in-ear in modo che una volta lasciati ciondolare non se ne vadano troppo in giro.

Sulla parte destra troviamo tutta l’elettronica necessaria a gestire l’auricolare: pulsante di accensione, controlli volume, led di stato, porta micro usb per la ricarica e microfono.

Una volta indossati durante la riproduzione musicale si sente tutta la qualità audio di questi auricolari con bassi profondi difficili da trovare in auricolari di pari grado. Qui probabilmente l’adozione del chip Qualcomm CSR8645 esprime tutto il suo valore fornendo supporto anche al protocollo aptX.

Certificate IPX5, hanno un rivestimento che li protegge non tanto dall’acqua quanto dal sudore: chiamarle waterproof è un po’ una forzatura ma indubbiamente possiamo lasciare che ci accompagnino durante i nostri allenamenti a patto di non “inzupparle”.

Compatibile con il bluetooth 4.1 che permette un pairing veloce e stabile, ha una batteria da 130 mAh che garantisce tra le 7 e le 8 ore di autonomia o circa 150 ore in standby.

Il microfono incorporato non permette di interagire con le funzioni come Google Assistant ma offre davvero una buona qualità audio durante le telefonate: mai nessuno si è lamentato di sentirmi poco o male, cosa che invece era successo a volte con le cuffie Litexim.

Piccoli difetti delle Meizu EP52

Se proprio vogliamo aggrapparci ai difetti gli unici riscontrabili sono i pulsanti troppo poco palpabili: se fossero stati fatti con un rilievo maggiore sarebbe stato meglio. Il rischio è quello di un’eccessiva usura che renderebbe forse difficile il loro utilizzo, ma siamo nel campo delle ipotesi.

Rapporto qualità / prezzo invidiabile

Le Meizu EP52 hanno un costo che si aggira intorno ai 40 Euro, ma non si faticherà a trovarle ad una decina di euro in meno come è successo nel mio caso che le ho acquistate su Gearbest.

Si tratta davvero di un ottimo prezzo: solo a guardare il livello dei materiali e della confezione dovrebbe posizionarsi molto più in alto, ma per fortuna così non è.

Wireless in appoggio sul collo: sono comode?

Per diverso tempo ho ignorato gli auricolari di questo tipo che da una parte sono wireless, ma dall’altra hanno sempre la presenza del cavo seppur in maniera limitata.

Dopo averne provati un paio posso però dire che si tratta di una soluzione decisamente comoda: il nostro smartphone potrà starsene chiuso tranquillamente nella tasca di una giacca o altrove e l’auricolare anche se dovesse uscire dall’orecchio siamo quasi certi che non andrà perso.

Inoltre se dobbiamo per un attimo toglierli dalle orecchie possiamo comodamente lasciarle cadere sul petto senza dover essere costretti ad impugnarli.

Quindi si, si tratta di una soluzione decisamente comoda e che si adatta a più ambiti di utilizzo dallo sport ai momenti in cui non si vuole rinunciare a della musica o un podcast pur restando comodi.

 

Rispondi