Dopo aver visto le foto del nuovo LG G7, eccolo finalmente svelato anche nei dettagli.

LG è da qualche anno che viene colpita da un’insolita sfortuna: innova con lo smartphone modulare, arricchisce con la fotocamera secondaria grandangolare, ma non riesce mai a lasciare il segno vuoi per il design, vuoi per una fama non troppo lusinghiera in merito agli aggiornamenti software (non che gli altri siano molto meglio) o all’assistenza.

LG G6 è stato un ottimo prodotto con la sola sfortuna di venire eclissato da Samsung S8 prima, e successivamente affossato in casa da LG V30.

Cosa ne sarà quindi del nuovo LG G7? Probabilmente non si sottrarrà all’ennesima sfortuna per via di una sola specifica tecnica: la batteria da 3.000 mAh.

Basta questo dettaglio per scatenare il web e ci si accorge immediatamente come tutti puntino il dito verso la batteria che pare essere sulla carta insufficiente per poter reggere dignitosamente le specifiche di uno smartphone top di gamma 2018.

Come al solito si parla di ottimizzazione, di intelligenza artificiale e quant’altro per cercare di assorbirne l’impatto ma tutto questo a mio avviso non basta.

E LG G7 anche quest’anno avrebbe tutte le carte in regola per competere tra i migliori, ecco le specifiche complete:

  • Processore Qualcomm Snapdragon 845 con I.A. integrata
  • Display FullVision da 6.1 pollici con tecnologia Super Bright Display (3120 x 1440 / 564ppi)
  • Memoria: RAM 4GB LPDDR4x / ROM 64GB UFS 2.1 / supporto MicroSD (fino a 2TB)
  • Fotocamera anteriore: 8MP grandangolo (F1.9 / 80°)
  • Fotocamera posteriore: doppia fotocamera 16MP super grandangolo (F1.9 / 107°) / 16MP OIS (F1.6 / 71°)
  • Batteria: 3000mAh compatibile con ricarica wireless e QuickCharge 3.0
  • Gorilla Glass 5 davanti e dietro
  • Sistema operativo Android 8.0 Oreo
  • Peso: 162g
  • Dimensioni: 153.2 x 71.9 x 7.9mm
  • Connettività:
    • Wi-Fi 802.11 a,b,g,n,ac
    • Bluetooth 5.0 BLE
    • NFC
    • USB Type-C 2.0 (compatibile con 3.1)
  • Colori disponibili: New Aurora Black e New Moroccan Blue
  • Altri elementi da segnalare:
    • Super Bright Display
    • New Second Screen
    • AI CAM
    • Fotocamera Super Bright
    • Riconoscimento vocale a lungo raggio
    • Speaker Boombox
    • Google Lens
    • AI Haptic
    • Hi-Fi Quad DAC
    • Suono Surround 3D DTS:X
    • Certificazione IP68 per la persistenza all’acqua e alla polvere
    • Conformità MIL-STD 810G (14 test)
    • HDR10
    • Radio FM

Di carne al fuoco come si vede ce n’è veramente tanta, e per questo mi soffermerò solo sulle migliorie più evidenti.

Display da 1000 nits

LG ha messo in campo tutta la sua esperienza sviluppata in ambito TV introducendo il display più luminoso in assoluto. Per riuscirci ha dovuto abbandonare l’OLED per tornare ad un display LCD al quale è stato inserito un sub pixel bianco in aggiunta al classico RGB che si occupa appunto di spingere la luminosità risparmiando il 30% dei consumi rispetto a quanto si poteva ottenere con LG G6 e LG V30.

Questa maggior “spinta” sarà disponibile premendo un pulsante vicino alla barra che regola la luminosità e ci permetterà anche sotto il sole più intenso di non aver problemi di visione.

Un notch molto personalizzabile: new second screen

Anche LG G7 cade nella moda del notch, ma da la possibilità di effettuare un’elevato grado di personalizzazione della barra superiore che va dal colore al grado degli angoli.

Un audio potenziato, ma uno speaker mono

Un altro aspetto dove LG ha voluto porre l’accento è l’audio e in particolare nello speaker che a detta di LG in questo nuovo smartphone permette di ottenere un aumento della pressione sonora pari a 6 dB rispetto rispetto ai modelli precedenti.

6 dB sono un dato notevole e non si tratta di una semplice questione di volume in quanto è stato sviluppato in modo da gestire meglio anche le basse frequenze.

E se lo speaker ne guadagna, rimane eccellente la componente elettronica per l’audio in cuffia con il quad DAC hi-fi e la compatibilità con le tracce DTS:X fino a 7.1 canali.

Intelligenza Artificiale e ThinQ

Che il termine Intelligenza Artificiale sia abusato è ormai un dato di fatto, ma volendo pur credere alle favole questo LG G7 integra Google Assistant anche tramite un pulsante dedicato un po’ come avviene con Samsung S8 ed il mai sfruttato e mai sfruttabile Bixby.

La cosa più interessante si aggancia poi al comparto fotografico all’interno del quale l’IA è in grado di riconoscere fino a 1000 elementi e quindi regolare di conseguenza le impostazioni di scatto.

LG G7 entra a far parte dell’ecosistema ThinQ ovvero l’hub realizzato da LG che racchiude tutti i dispositivi in grado di interagire fra loro. Questo sarà possibile anche grazie ai comandi vocali che in questo caso specifico saranno maggiormente facilitati dal fatto che il raggio d’azione di tali comandi si allarga a 5 metri dal dispositivo, un po’ come avviene negli speaker bluetooth con assistente integrato.

Prezzi e disponibilità

Il prezzo di partenza è di 849 Euro e sarà disponibile in Italia per la fine di maggio.

In conclusione

Come abbiamo visto LG G7 le carte in regola le avrebbe tutte, se non fosse che a volte la sfortuna la si va un po’ troppo a cercare.

Rispondi