Il 30 giugno 2018 Fitbit spegnerà i server che hanno mantenuto in vita fino ad oggi alcuni dei servizi chiave dello smartwatch, ma c’è una speranza per i possessori Pebble

Nonostante Pebble sia uno smartwatch datato ed ormai scarsamente supportato, ha ancora una parte di utenti attivi che dopo il 30 giugno potrebbe vedersi inflitto un ulteriore colpo mortale, ma grazie ad un’iniziativa di ex developers Pebble ha preso vita il servizio Rebble, che avrà l’ingrato compito di mantenere attivi una parte dei suoi servizi chiave.

Grazie a Rebble Web Services saranno infatti mantenuti funzionanti lo store, gli aggiornamenti firmware e l’abilità per gli sviluppatori a creare app da condividere.

L’idea è di arrivare al momento dello switch-off di fine mese con i servizi funzionanti al punto che all’utente finale basterà un click ad un link per eseguire il cambio dalla piattaforma Pebble a quella Rebble, e questo sia che tu abbia iOS o Android.

Non è ancora chiaro quali saranno i servizi già pronti per l’inizio di luglio ma le notifiche, Pebble Health e le app già installate dovrebbero continuare a funzionare mentre sappiamo che servizi come la possibilità di rispondere a SMS e email su iOS non verranno supportati e questo per via delle implicazioni a privacy e sicurezza che comporta il fatto di avere accesso ad un indirizzo e-mail di un privato.

Cosa devo fare per aderire a Rebble?

Per il momento basta andare su sito Rebble.io e creare un account, in tale fase si verrà rimandati al sito Pebble per autenticarsi in modo che Rebble possa iniziare ad importare all’interno del suo database i nostri dati.

Fatto questo passaggio, attendiamo notizie da Rebble per capire i prossimi passi.

E in futuro? L’ipotesi a pagamento

Dato lo stato attuale del servizio, è facilmente ipotizzabile che in futuro utilizzare Pebble/Rebble al pieno delle funzionalità avrà un costo.

Attualmente l’ipotesi è che ci sarà comunque la possibilità di utilizzare Rebble in maniera gratuita usufruendo dei servizi di base come lo store, la timeline e CloudPebble; ma per chi volesse usufruire anche delle previsioni meteo, della dettatura e di tutti gli altri servizi è possibile che sarà necessario sottoscrivere un abbonamento (da costo ipotetico di 2$/mese).

Per ora non c’è ancora molto di chiaro, e dobbiamo attendere qualche giorno per vedere cosa accadrà, ma se ami il tuo Pebble probabilmente ti sei iscritto a Rebble ancor prima di finire di leggere questo articolo.

Rispondi