Dopo il Note 9 è il turno dell’altro protagonista di giornata: Samsung Galaxy Watch

Non c’erano molti dubbi che arrivasse dopo che lo avevano svelato per errore sul sito ufficiale, il dubbio era solo in merito al “quando” ma eccolo finalmente svelato il nuovo Samsung Galaxy Watch che arriverà in due varianti:

  • da 42 mm nelle colorazioni Midnight black e Rose Gold (prezzo di partenza 330 $)
  • da 46 mm nella sola colorazione Silver (prezzo di partenza 350 $)

Le funzioni del nuovo Galaxy Watch sono molto simili al Gear S3, quindi sarà anche LTE ma con l’aggiunta di una batteria capace di durare “qualche giorno”.. e sarà proprio su questo aspetto che le prime recensioni saranno fondamentali per capire realmente cosa Samsung intenda dire.

Processore Exinos 9110 dual core da 1.15 GHz coadiuvato da 1.15 GB di RAM e 4 GB di memoria nella variante LTE. RAM che scende però a 768 MB nella versione solo bluetooth.

Un’altra componente interessante è che il display sarà ricoperto da una protezione Corning Gorilla Glass DX+ e garantirà una resistenza all’acqua fino a 5 atmosfere.

Il monitoraggio di attività fitness così come quelle relative alla salute è garantito con anche una svolta leggermente più business grazie a delle watch faces votate alla produttività ed una funzione “daily briefing” per tenere sotto controllo gli appuntamenti in calendario.

Tra le due varianti di modelli, al di la delle semplici colorazioni occorrerà fare attenzione soprattutto alla batteria che passa dai 270 mAh della versione da 42mm ai 472 mAh della versione più grande da 46 mm. Per 20 dollari di differenza, sembra davvero non esserci dubbi sul modello su cui puntare.

Purtroppo rimane Tizen

Il grande MA di questo Galaxy Watch rimane il suo cuore ovvero il suo sistema operativo che ancora una volta è Tizen OS in versione 4.0. Dal punto di vista pratico non è facile trovare smartwatch basati su Wear OS molto più sfruttabili ma anche molto più economici, e per certi versi si fatica a cercare di capire la testardaggine di Samsung verso un sistema operativo zoppo.

Rimane tuttavia ancora la speranza che questo nuovo nome, Galaxy Watch, possa essere un’anticipazione verso una collaborazione con Google che spera ancora di annoverare Samsung tra i suoi partner futuri.

Disponiblità del nuovo Galaxy Watch

Il nuovo Galaxy Watch arriverà fin da subito sul mercato ma solo nella variante bluetooth, i modelli LTE arriveranno a distanza di qualche mese.

Rispondi