Risposta:

brevettato nel 1876 dall’americano Alexander Graham Bell, il telefono era stato tuttavia inventato qualche anno prima dall’emigrante italiano Antonio Meucci, troppo povero per pagare l’oneroso costo della registrazione. Dopo una sentenza favorevole del 1887, più di un secolo di attesa e l’intervento della comunità italiana in America, finalmente nel 2002 il Congresso degli Stati Uniti ha riconosciuto ufficialmente la legittima paternità del telefono.

Rispondi