Telecom Italia

Sembra strano che una notizia del genere non abbia fatto breccia all’interno di qualche programma televisivo, ma a quanto pare ultimamente ci sono stati degli interessanti sviluppi che riguardano il pagamento del canone Telecom, anche se bisogna dire che le origini di tutto ciò risalgono ad una sentenza di qualche anno fa che dichiarava il canone Telecom illegittimo.

Per maggiori informazioni vi rimando agli articoli elencati dopo il break dove ho anche inserito un sommario della sentenza che spiega in parole povere perchè il canone sarebbe illegittimo.

Se desideraste procedere potete rivolgervi al Codacons, vi posso dire però che stando ad una discussione chi ha provato a procedere legalmente anche in via privata ha ricevuto come prima risposta dalla società l’esonero dal pagamento del canone e una promessa di patteggiamento per gli arretrati in via extragiudiziaria… direi che già così sarebbe un’ottima cosa!

“Il Giudice – fa sapere il Codacons – dopo aver esaminato il disposto dell’art. 3 del D.P.R. n° 318/97 (che impone alla Telecom l’incarico di fornire “il servizio universale” su tutto il territorio nazionale), ha ritenuto che il servizio consiste nella fornitura di alcuni servizi, ma nella norma non viene nominato il canone di abbonamento. Il comma 4 infatti attribuisce il servizio alla società Telecom S.p.A. ed aggiunge che suddetto servizio viene effettuato dallo stesso gestore, ma dal 1° Gennaio 1998, può essere espletato anche da altre società di telecomunicazioni”.

L’associazione di consumatori sottolinea che l’importante onere, quello del servizio universale, “deve essere sopportato solo ed esclusivamente, come dice il legislatore:
– dagli operatori che gestiscono reti pubbliche di telecomunicazioni;
– dai fornitori di servizi di telefonia vocale accessibili al pubblico;
– dagli organismi che prestano servizi di comunicazioni mobili e personali”.

“Gli utenti finali – conclude l’associazione – sono esclusi dall’onere di costi aggiuntivi, compreso il pagamento del canone di abbonamento richiesto dalla Telecom”.

Ecco l’elenco degli articoli a cui far riferimento per maggiori informazioni:

http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1440339

http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1442518

http://redazione.romaone.it/4Daction/Web_RubricaNuova?ID=72873&doc=si

http://www.filodiritto.com/index.php?azione=visualizza&iddoc=184

3 Commenti

Rispondi