Update: un recente aggiornamento software ha aggiunto la localizzazione della lingua italian.

Oggi vorrei portare la vostra attenzione verso quello che potrebbe diventare l’accessorio più interessante di tutti i dispositivi iOS ed in futuro non sarebbe male se approdasse anche su Android: Tizi, di Equinux.

Si tratta “semplicemente” di un decoder per il digitale terrestre molto compatto ma estremamente potente. In sostanza con Tizi puoi vedere su iPhone, iPad, e tutti gli altri dispositivi compatibili tutti i canali televisivi che un normale decoder riceve nell’area in cui ti trovi. Ovviamente si tratta unicamente dei canali gratuiti, ma alla prima scansione (eseguita in una zona dove il livello di copertura del segnale è ormai completo) si sta comunque parlando di più di 100 canali!

Per funzionare il decoder necessita dell’applicazione, scaricabile gratuitamente dal rispettivo store, che diventa così il vero fulcro del dispositivo. Tizi di per se dispone di 3 icone luminose che indicano rispettivamente: livello batteria, livello della copertura del digitale terrestre e spia che ci indica se siamo connessi o meno al dispositivo WiFi. A parte questo a livello hardware troveremo ancora soltanto il pulsante di accensione e l’antennina estraibile e snodabile.

Prima installazione

Una volta scaricata l’applicazione, parte la prima scansione che sfrutta anche il sensore GPS per facilitare e velocizzare la ricerca dei canali in base alla propria posizione. Una volta terminata la scansione ci troviamo di fronte ad una lista di canali dalla quale è possibile anche leggere il programma attualmente in onda. L’ordinamento dei canali non è automatico, a meno di un aggiornamento software, ma è possibile riordinarli manualmente similmente a come si riordinano i brani musicali all’interno del proprio ipod.

Tizi non necessità di alcuna connessione ad internet, eccetto per verificare ogni tanto se siano disponibili qualche aggiornamento software.

Possibilità di registrazione

Il grande vantaggio di Tizi è non solo quello di essere un decoder per il digitale terrestre, ma anche il fatto che ne consente di registrare le trasmissioni in maniera veramente semplice sfruttando il software in dotazione e la memoria presente su iPhone e iPad. Per registrare quindi sarà obbligatorio aver connesso Tizi al tuo dispositivo: non potrà registrare per i fatti suoi.

Autonomia e come ricaricare

TiZi è dotato di una batteria da 3.7V a 1050 mAh in grado di fornire un’autonomia dichiarata di 3.5 ore. Nella confezione non ci sono alimentatori forniti, l’unica cosa di cui si viene provvisti è un cavetto usb che è sfruttabile in abbinamento con il caricatore dell’iPhone: basta staccare il cavetto bianco all’adattatore e collegare il cavetto usb di Tizi.

Multitasking

Altra cosa bella nonchè molto utile di Tizi è che supporta il multitasking, quindi è possibile tornare alla schermata principale del tuo iPhone o iPad e avere sempre in background l’audio. Anche la funzione di registrazione funziona benissimo in background.

Più dispositivi

E’ possibile connettere Tizi a più dispositivi in simultanea, ma solo uno di questi potrà ricevere i canali TV.

Utilizzo in auto

Sebbene sul sito viene dichiarato che è possibile utilizzare Tizi su autobus e treni, occorre però sapere che il livello del segnale deve essere ottimale. Avendo fatto una prova portando con me Tizi in automobile, posso dire che la qualità video e audio va a deteriorarsi fino a divenire pressoché inguardabile.

Giudizio finale

Il prezzo è forse eccessivo ma del resto è anche l’unico sul mercato. In definitiva posso dire in tutta tranquillità che Tizi è uno dei migliori accessori per iPhone ma soprattutto per iPad che si potrebbe desiderare, ottima l’idea e molto ben sviluppato il software.

Sito ufficiale: Tizi.

Per vedere come funziona Tizi ti consiglio di guardare il video a seguire.

 consigliato

 

4 Commenti

  1. Idea carina, ma forse bisognerebbe lavorare un po’ sull’autonomia della batteria.

    Non ho capito una cosa: perché dovrei connettere Tizi a più dispositivi in simultanea, se poi, alla fine, solo uno potrà accedere alla TV?

  2. Io avevo provato a vedere se riusciva a trasmettere immagini a due dispositivi, ma dal momento che non ci riesce l’ho puntualizzato.
    Cmq è una figata, l’unico limite è dettato proprio dal digitale terrestre che purtroppo ha ancora zone dove il segnale è assente

Rispondi