Secondo molti la notizia era ormai attesa da tempo, fatto sta che nel momento in cui è arrivata il titolo in borsa di Apple ha avuto il suo attimo di oscillazione: Steve Jobs lascia il ruolo di Amministratore Delegato di Apple, per seguire l’evoluzione del brand nelle “retrovie” ricoprendo il ruolo di Presidente non chè membro del consiglio. Steve rassegna le dimissioni con una lettera molto semplice, ed a tratti malinconici, la cui traduzione la trovate proprio qui sotto… il motivo? sempre lo stesso, dedicare maggior tempo alla malattia che lo affligge ormai da anni (cancro al pancreas). A sostituirlo sarà Tim Cook, da 13 anni nelle fila di Apple e membro anche del consiglio di amministrazione di Nike, è stato l’uomo che ha ristrutturano la catena produttiva di tutti i prodotti della mela. Tim Cook non è nuovo al ruolo di AD di Apple, in quanto ha già sostituito Steve in più occasioni sempre a seguito della malattia che lo ha afflitto, ma questa volta l’impressione è proprio quella che sarà in via definitiva.

Ecco la lettera che Steve Jobs ha scritto per rassegnare le sue dimissioni.

Al Consiglio di amministrazione di Apple e alla comunità Apple: Ho sempre detto che se mai fosse venuto un giorno in cui non avrei più potuto svolgere i miei doveri e compiti come ad di Apple, sarei stato il primo a farvelo sapere. Purtroppo, quel giorno è arrivato.

Con la presente mi dimetto da ad di Apple. Vorrei servire, se il consiglio lo riterrà, come presidente e membro del consiglio, e dipendente Apple.

Per quanto riguarda il mio successore, raccomando decisamente che eseguiamo il nostro piano di successione e nominiamo Tim Cook amministratore delegato di Apple.

Ritengo che i giorni più brillanti e innovativi di Apple le siano davanti. E aspetto con ansia di vederli, e di contribuire al suo successo in un nuovo ruolo.

Ho incontrato alcuni dei migliori amici della mia vita ad Apple, e vi ringrazio per i molti anni in cui ho potuto lavorare al vostro fianco. Steve

 

Rispondi