E venne il giorno in cui anche Google ebbe il suo assistente vocale. Denominato Google Now, è stato presentato nel corso del Google I/O e si può tranquillamente dire che si tratta di una sorta di versione avanzata di Siri della Apple. Questo perchè sfrutta i diversi sensori presenti all’interno del telefono (in primis il GPS) per fornire informazioni precise su quello che cerchiamo, e poi perchè sarà attivo anche se lo smartphone sarà offline. Inoltre l’assistente risponderà a tutte le nostre domande qualora queste trovino una corrispondenza all’interno del Google Knowledge Graph, e per fare in modo che ciò avvenga bisognerà ovviamente adattarsi quel minimo al linguaggio richiesto, ma i risultati sembrano ottimi. Qui sotto trovate due video, una è la presentazione, molto semplice e fin troppo breve, ma poco più sotto trovate invece una dimostrazione di 47 possibili domande e risposte. Tutto questo sarà ovviamente disponibile con il prossimo Android 4.1 Jelly Bean di cui vi ho parlato pochi giorni fa, anche se per la compatibilità con la lingua italiana presumo ci sarà da attendere.
 

 

1 commento

  1. Cioè…sul mio bellisimo HTC desire dici che sarà compatibile?
    un assistente mi ci vuole proprio!

Rispondi