tesla-powerwall

Quella di Powerwall è un’idea tanto semplice da stupirsi del fatto che nessuno ancora l’abbia mai proposta. Nelle scorse settimane si vociferava che Elon Musk, ideatore dell’auto elettrica Tesla, avesse in serbo qualche novità sempre in campo energetico e così è stato.

Tesla Energy è una nuova tipologia di prodotti pensati al risparmio energetico, problema posto al centro della presentazione, ed il primo prodotto reale ad essere stato introdotto è proprio Powerwall: una mega batteria per casa o ufficio che sostanzialmente si ricarica di notte quando l’energia ha un costo inferiore per poi entrare in funzione durante il giorno quando le tariffe salgono permettendo così un risparmio Oppure è possibile sfruttare il proprio impianto fotovoltaico per la ricarica consentendo così un risparmio ancora maggiore.

L’idea non è molto green, dato che prevede lo sviluppo di batterie non semplici da smaltire, ed il risparmio dovrà essere valutato in misura del tipo di investimento che richiede l’installazione del Powerwall, ma sicuramente può essere una via per meglio sfruttare le fonti di energia a disposizione dei cittadini.

Al momento Powerwall è previsto in due versioni: una con accumulatori energetici da 7 kWh del costo di 3000 dollari e una seconda versione da 10 kWh che costerà 3500 dollari.

Tesla-PowerWall (1)

Si possono anche comprare più unità e metterle “in serie” per aumentare la capienza, mentre la versione business offre capienze ben maggiori che partono da 100 kWh fino ad un messimo di 10 MWh.

powerwall2x

 

tesla-powerwall-battery-specs-01.jpg.650x0_q70_crop-smart

Rispondi