sony xperia serie X

Quasi a sorpresa Sony ha stupito presentando al Mobile World Congress la nuova gamma di smartphone serie X Performance, X e XA che vanno così a delineare una nuova gamma di smartphone distribuiti parallelamente alla serie Z.

Sony ha presentato un po’ a sorpresa nel corso del MWC 2016 una nuova gamma che a giudicare dalle specifiche tecniche andranno a posizionarsi nella fascia medio alta e medio bassa del mercato.

Il nuovo Sony Xperia X Performance è equipaggiato del nuovo processore Snapdragon 820, che vedremo a bordo di quasi tutti i top di gamma 2016, 3 GB di RAM, un display da 5″ Full HD e 32 GB di memoria interna espandibile.

Il modello Sony Xperia X sarà del tutto simile alla versione Performance fatta eccezione per il processore per il quale è stato scelto un meno performante Snapdragon 650.

La fotocamera su entrambi i modelli sarà una 23 megapixel con Autofocus predittivo ibrido studiata in collaborazione con il team responsabile dello sviluppo della fotocamera Sony Alpha. Sarà anche presente uno zoom clear image 5x ed il supporto agli ISO 12800. Quella anteriore invece sarà una 13 megapixel mentre per quanto riguarda la batteria il modello X Performance equipaggerà una 2700 mAh mentre il modello X una 2650 mAh entrambe con tecnologia Ricarica Adattiva Qnovo.

Per quanto riguarda il design, sebbene ricalci molto le linee della serie Z c’è da evidenziare la presenza di alcuni particolari nuovi come il display da bordi curvi.

Infine il modello Sony Xperia XA oltre ad integrare un processore MediaTek Helio P10 MT6755 e GPU Mali T860MP2, avrà un display da 5″ con risoluzione 720p e soli 2 GB di RAM. Il comparto fotografico prevede una 13 Megapixel principale e 8 megapixel frontali ed una batteria da 2300 mAh.

Purtroppo non sappiamo ancora i prezzi, mentre per la disponibilità si parla di giugno per vederli effettivamente nei negozi.

Nuovi top di gamma Sony? Non proprio

Sebbene possa sembrare che i nuovi Xperia X siano dei top di gamma  che andranno a sostituire la serie Z, è probabile che verremo smentiti tra qualche mese. Sebbene il design sia similare, i materiali non hanno lo stesso livello di pregio della serie Z inoltre almeno per il momento non ci giungono notizie in merito alle certificazioni anti polvere o acqua di questi device.

Rispondi