Nata da un’idea del fondatore di Napster, The Screening Room è un progetto che sembra raccogliere consenso e punta ad una sola cosa: rivoluzione!

Sean Parker, co-fondatore di Napster ed ora parte del team Facebook, ha fondato una start-up chiamata The Screening Room che si pone l’obiettivo di portare i film al cinema e in saltotto in contemporanea, scardinando tutto quello che ha legato le finestre temporali di pubblicazione esistite fino ad ora.

E la cosa strana è che sta raccogliendo pareri favorevoli.

Peter Jackson, Steven Spielberg, JJ Abrams, Ron Haward, Brian Grazer e AMC hanno già espresso parere favorevole verso questo ambìto progetto: dopo aver acquistato un decoder da 150 dollari circa, al prezzo di 50 dollari a film saremo liberi di noleggiare per 48 ore i film in uscita direttamente sul divano di casa nostra.

Questo permetterebbe ad Hollywood di catalizzare l’attenzione di chi al cinema non ci va: famiglie numerose e persone anziane in prima fila ma indubbiamente la casistica potrebbe essere più ampia.

A beneficio dei gestori delle sale cinematografiche

Inoltre 20 di questi 50 dollari andranno direttamente ai gestori, e potrebbero essere previsti un tot di biglietti omaggio a chi noleggia un film con The Screening Room, inizialmente si era parlato di due biglietti.

In questo modo si andrebbe ad accontentare davvero tutti: sebbene sia chiaro che la soglia di 50 dollari è medio alta va anche detto che una famiglia normale tra costo del biglietto, spostamento, e cibarie varie non ci andrebbe poi molto lontana. Va poi anche considerato che tale soglia è correlata al mercato USA, dove un singolo biglietto al cinema può costare anche 20$ (vedi immagine qui sotto).

costo biglietto cinema usa

The Screening Room sta ora cercando accordi con le major, AMC (grossa catena di sale cinematografiche) ha già dato il via libera ma per sperare in qualcosa di concreto dovranno salire sul carrozzone anche Sony Pictures, Universal e Fox.

Rispondi