La notizia che ha aperto la mattinata non è stato tanto chi abbia vinto la 51° edizione del Super Bowl quanto il fatto che l’intermezzo musicale l’abbia cantato Lady Gaga con il supporto iniziale di ben 500 droni

500 droni Intel appartenenti al progetto Shooting Star sono stati impiegati per riempire lo sfondo del cielo che appariva dietro Lady Gaga mentre cantava dal tetto dello stadio di Huston. E l’effetto è stato quanto meno spettacolare perchè se da prima sembravano stelle molto luminose il loro movimento si è poi trasformato in qualcosa di magico diventando la bandiera americana.

Nei giorni precedenti all’evento la FAA aveva imposto un divieto di sorvolo nel raggio di 35 miglia intorno allo stadio per evitare problemi di interferenza nonchè di sicurezza, ma è bene sapere che quei secondi iniziali che hanno coinvolto i droni e la stessa Lady Gaga erano tutti registrati, come ha fatto sapere la stessa Intel.

Con il progetto Shooting Star, Intel ha battuto il record del numero maggiore di droni operati da una singola persona, ed era la prima volta che uno spettacolo simile appariva in televisione.

Ah e per chi fosse interessato, alla fine il Super Bowl è stato vinto dai New England Patriots di Tom Brady.

Rispondi