Ogni giorno si scopre qualche funzione nuova abbinata agli assistenti di Google o Alexa che stanno sempre di più entrando nelle nostre vite

Se sei interessato ad ampliare il numero di funzioni che la tua chiavetta HDMI Chromecast può avere allora la seguente guida ti tornerà utile per capire come sia possibile impartire un comando vocale al tuo cellulare o, se in tuo possesso ad un Google Home Mini, in modo tale che la TV si accenda dicendo semplicemente:

  • “Ok google, accendi TV”
  • “Ok google, accendi televisore”

E conseguentemente si spenga dicendo:

  • “Ok google, spegni TV”
  • “Ok google, spegni televisore”

Tali comandi non sono rigidi, ovvero è possibile che Google capisca il comando anche se si utilizza una frase più o meno simile a quelle sopra elencate.

Inoltre il comando è possibile sfruttarlo non solo con il Google Home mini ma anche direttamente dall’assistente integrato di Google presente nel tuo smartphone Android.

Premessa sull’HDMI-CEC

Tutti questi comandi vocali sono possibili perchè la Chromecast (qualsiasi modello, anche il più vecchio) sfrutta il protocollo HDMI-CEC, ovvero uno standard presente sul mercato ormai da molto tempo e compatibile con molti TV e dispositivi come ad esempio lettori blu-ray. Per funzionare quindi il TV deve supportare tale standard il che non dovrebbe essere un grosso problema ma la precisazione è d’obbligo per capire quali sono i requisiti necessari.

La Chromecast una volta che invia l’input di accensione dice al TV di commutare l’INPUT sulla porta HDMI a cui essa è associata e quindi se la tua intenzione è quella di vedere i canali TV tradizionali ti servirà comunque il telecomando di casa.

Esistono però delle eccezioni e come ho potuto sperimentare io stesso (che è quello che viene mostrato nel video) usando un Hub HDMI esterno il comando vocale manda l’input di accensione ma ad essere visualizzato nel mio caso è la Amazon TV Stick anch’essa collegata all’hub. Così facendo di fatto mi sono risparmiato la necessità di dover gestire 2 telecomandi in quanto mi basta quello di Amazon.

Come configurare il comando vocale direttamente dallo smartphone

Dallo smartphone in realtà non c’è molto da fare, basta scaricare l’app di Google Home che è quella che gestisce la Chromecast e tutti i dispositivi Google ed andare a creare quello che è l’ambiente iniziale all’interno del quale verrà identificata una casa o un locale.

L’assistente di Google presente nel telefono riconoscerà in maniera automatica la Chromecast che per forza di cose è abbinata ad una TV o monitor e quindi assocerà il comando.

Come configurare il comando vocale da Google Home Mini

Procedura leggermente diversa nel caso in cui si voglia sfruttare il Google Home Mini per usare tale comando vocale di accensione e spegnimento.

Sempre dall’app di Google Home dopo aver configurato la Chromecast e il Google Home Mini, sarà necessario entrare nel menù impostazioni del Mini ed associare la Chromecast alla voce “TV predefinito”.

Questa procedura è di particolare importanza nel caso poi si dispongano di più Chromecast abbinate a TV differenti e permette al Mini di capire meglio quale TV vogliamo comandare.

Perche prediligere Google Home Mini

Sebbene come abbiamo visto il sistema funziona anche semplicemente con uno smartphone, la soluzione ideale è quella in cui si abbini il Google Home Mini.

Il motivo è semplice: sai sempre dov’è posizionato il Mini, e se hai fatto le cose per bene sarà posizionato in un punto che ti permetta anche di comandare al meglio la Chromecast, mentre non sai mai dove hai ficcato il cellulare.

Il motivo quindi è puramente di comodità generale unito al fatto che se si utilizza lo smartphone si va ad intaccarne l’autonomia.

Altri comandi vocali…

L’assistente di Google è possibile sfruttarlo non solo nelle operazioni di accensione e spegnimento, ma anche in altri comandi come il cambio volume o la selezione del contenuto da guardare, ma questi comandi sono validi solo nel caso in cui stiamo utilizzando la Chromecast in maniera attiva.

I comandi di accensione e spegnimento invece funzionano anche se noi abbiamo o vorremmo fare poi dell’altro e fidati: una volta che ti ci abituerai tornare indietro sarà davvero difficile.

Rispondi