Disney ufficializza la sua piattaforma di streaming che andrà a fare diretta concorrenza a Netflix e Amazon Prime Video

Disney+ partirà negli Stati Uniti il 12 novembre ad un prezzo aggressivo ma Europa e Asia dovranno attendere il 2020.

Due saranno le possibilità di sottoscrizione: mensile al costo di 6.99$ o con l’acquisto di un pacchetto annuale del costo di 69.99$, permettendo così un considerevole risparmio specialmente se si guarda a quella che è l’offerta base della concorrenza, nello specifico Netflix.

Per il momento i contenuti che andranno a formare il catalogo appartengono ai marchi Disney, Pixar, Marvel, Star Wars e National Geographic ai quali però è probabile che andranno ad aggiungersi tutti i film di Fox, recentemente acquisita dal colosso americano.

500 film al momento della partenza, tra cui i grandi classici di animazione Disney e quello che sarà il frutto dei nuovi progetti già annunciati in passato che vanno ad arricchire le storie Marvel e Star Wars.

Ovviamente si punta alla massima compatibilità, per cui Disney+ sarà accessibile su qualsiasi dispositivo, puntando poi su accordi commerciali per vedere l’app integrata in maniera nativa: Sony e Roku i produttori attualmente ufficializzati.

Non mancherà la possibilità di scaricare in locale i contenuti per la visione offline, sulla falsa riga di quanto già fatto dalla concorrenza, e sarà garantita la presenza di alcuni titoli in HDR 4K che saranno visualizzabili solo su alcuni modelli di TV abilitati.

Rispondi