Foto e dettagli dei due nuovi smartphone di casa Samsung

Samsung ha presentato i nuovi Galaxy S20, S20+ e S20 Ultra. Sapevamo già tutto di loro ma avere la conferma del dato è sempre importante per poter trarre le prime conclusioni.

Qui vedremo nello specifico S20 e S20+, due smartphone top di gamma che vanno a perfezionare quelli che erano alcuni dei punti deboli dei passati S10 al punto che quest’anno risulta davvero difficile riuscire a trovare un difetto oggettivo.

Si può parlare di design infatti: quello può piacere oppure no e il mio consiglio come sempre è quello di dare all’occhio il tempo per abituarsi.

Le finiture della scocca o le colorazioni avrebbero potuto essere un po’ più accattivanti ma sotto il profilo tecnico non c’è dubbio che siamo di fronte ad uno smartphone (o due) che si avvicinano alla perfezione.

L’anno scorso avevo criticato S10e per via di una batteria da 3100 mAh non all’altezza, quest’anno S20 integra una batteria da 4000 mAh che sono tutto un altro mondo.

Il 2019 è anche stato l’hanno dei display a 120 Hz e Samsung si è dimostrata ricettiva andando ad integrarlo su tutta la gamma, nessuno escluso.

La modalità a 120Hz è utilizzabile solo impostando la risoluzione in Full-HD, ma per l’utente si tratta di un fattore realmente percepibile.

Si è parlato molto di 5G e anche qui, nonostante lo reputi un protocollo ancora troppo prematuro, la gamma S20 è disponibile per intero nella variante 5G.

Insomma, è davvero difficile andare a trovare un elemento che scricchioli nei nuovi S20. L’unico, forse, è il prezzo.

S10e era stato presentato con una mentalità differente: dare la possibilità di avere un “S10” ad un prezzo tutto sommato ragionevole. Con S20 questa filosofia è stata abbandonata puntando solo al top: nessun compromesso, massima qualità ma un prezzo di partenza di 929 Euro.

Un comparto fotografico tutto nuovo

L’altro aspetto molto atteso riguarda le fotocamere, e anche qui Samsung cambia in maniera radicale rispetto al passato.

A sinistra S20 e a destra S20+

Quello che molti ignorano è il fatto che il sensore di S20 è sensibilmente più grande rispetto ad S10 e questo gli permette in generale di ottenere dei risultati migliori.

Se si guarda all’apertura focale dell’ottica grandangolare (ovvero l’ottica principale), si noterà che rispetto al passato sembra esserci stato un leggero passo indietro ma qui la differenza nelle dimensioni del sensore è capace di annullare le specifiche scritte sulla carta.

Samsung adotta poi una filosofia particolare in merito al discorso legato allo Zoom, puntando su un sensore maggiormente definito da 64 megapixel che adotta però la stessa apertura della grandangolare. Questo si traduce in uno zoom 3x senza perdita di dettaglio che è ottenuto con il semplice crop del sensore e non adottando un’ottica differente come avviene su altri smartphone. Aumentando ulteriormente lo zoom interviene l’interpolazione digitale che permette di arrivare fino al 30x.

Video in 8K, ma serve davvero?

Che gli smartphone stiano diventando degli strumenti sempre più importanti nell’ambito video è un fatto, perchè la qualità che riescono ad esprimere viaggia ad una velocità che le macchine fotografiche non si possono permettere.

I nuovi S20 sono in grado di registrare video in 8K, ed è un dato importante perchè è necessario che qualcuno innovi, che qualcuno ci arrivi per primo. Ma in un mondo che fa fatica a godere di contenuti in 4K dare la possibilità di andare addirittura oltre sembra davvero molto prematuro.

C’è però un aspetto importante legato a tale funzionalità ed è la possibilità di salvare dei fotogrammi all’interno di questi filmati alla risoluzione di un 33 megapixel. Non male.

Va inoltre ricordato che S20 può comunque registrare video in 4K anche in modalità HDR10+, e per gli amanti dei video è forse questo il dato più importante.

Processore, ancora una volta Exynoss

Samsung conferma per l’Italia la commercializzazione del suo processore Exynoss 990 con tecnologia 7 nanometri a 64-bit Octa-Core che lavora alle frequenze di 2.7 GHz + 2.5 GHz e 2 GHz.

Prezzi, prenotazioni e disponibilità del Galaxy S20

Galaxy S20 e Galaxy S20+ saranno disponibili nei negozi fisici e online a partire dal 13 marzo 2020.

Galaxy S20 sarà in vendita nella versione 4G LTE ad un prezzo consigliato di €929 e nella versione 5G ad un prezzo consigliato di €1.029.

Galaxy S20+ sarà disponibile nella versione 4G LTE ad un prezzo consigliato di €1.029, nella versione 5G con 128GB di memoria interna ad un prezzo consigliato di €1.129, e in esclusiva solo sul Samsung Shop online nella versione 5G con 512GB di memoria interna ad un prezzo consigliato da €1.279.

La serie Galaxy S20 sarà disponibile in varie colorazioni esclusive.

  • Galaxy S20: Cosmic Grey, Cloud Blue, Cloud Pink, Cloud White
  • Galaxy S20+: Cosmic Grey, Cloud Blue, Cosmic Black, Cloud White

È possibile prenotare Galaxy S20 e S20+ dall’11 febbraio 2020.

Promozione sull’acquisto di Galaxy S20+

Prenotando Galaxy S20+ tra l’11 febbraio e l’8 marzo e acquistando il prodotto tra il 13/3 e il 31/3  i consumatori riceveranno i nuovi auricolari Galaxy Buds+ caricando la prova di prenotazione e quella di acquisto entro il 10 Aprile su samsung.com/promozioni.

Rispondi