Sabato ho fatto il grande balzo e a malincuore ho lasciato un Windows 7 con quasi 2 anni di onorata carriera durante il quale non mi ha mai dato alcun problema per installare Windows 8 il cui futuro sembra roseo ma si sa, le premesse non sempre rispecchiano l’andazzo generale.

Perchè l’ho fatto? Semplice, sfruttare la promozione di Microsoft che permette fino a fine gennaio di acquistare una licenza ufficiale a soli 30 € con il download digitale dell’update.

Di recente si è scoperto anche che sfruttando un bug di un’applicazione di Microsoft si riuscirebbe ad acquisire la licenza gratuitamente, ma così come sono contrario ai jailbreak sugli smartphone per non pagare applicazioni che costano 0.79 €, allo stesso modo sono favorevole a pagare solo 30 € per un sistema operativo. Ma se proprio volete pagare meno allora vi segnalo la promozione di GameStop che lo propone a 10€ portando 2 giochi recenti per console.

Il fulcro della questione però non è tanto il passaggio da Windows 7 a Windows 8, bensi farvi capire che io l’ho fatto avendo un Windows 7 crackato e quindi dato che la procedura di Microsoft fa sempre riferimento ad un “update” voglio mettere in chiaro che questo update è valido per chiunque e non solo per chi ha un sistema operativo originale installato sulla macchina.

Quindi, la prima domanda per passare a Windows 8 è la seguente:

Chi può effettuare l’update a Microsoft Windows 8?

Chiunque abbia sul proprio PC una qualsiasi versione di Windows XP SP3, Vista o 7, anche non originale.

Qual’è il livello di difficoltà per effettuare l’update?

Mi verrebbe da dire “Medio”, per due motivi: da utente più o meno esperto la procedura è di una banalità mostruosa, ma volendo mediare il giudizio pensando a chi proprio esperto non è, dato che si tratta comunque di reinstallare un sistema operativo non posso dire “Facile”, ma nemmeno “Difficile” in quanto veramente siamo di fronte ad una procedura molto semplice. Va da se che qualcosa può sempre andare storto, specie se ci si fa prendere dal panico per cose che in realtà sono normali, e nello specifico a mio avviso c’è solo un punto in cui questo può accadere e che vedremo meglio più avanti; per cui consiglio comunque una supervisione per coloro che non sanno quello che fanno.

Quanto tempo è necessario?

Dipende tutto dalla tua connessione internet, difficile stimare un tempo. La prima fase implica il download dei files necessari per un totale compreso tra i 2 ed i 3 GB. Poi dopo aver creato il supporto si passa all’installazione che, senza cronometro, credo non sia durato più di 15 minuti.

Iniziamo… La preparazione

Ecco come aggiornare a Windows 8 partendo da una qualsiasi versione di Microsoft Windows (XP SP3, Vista, Windows 7). Prima di iniziare ti consiglio di scorrere la pagina verso il basso e leggerti il capitoletto riguardante il Microsoft Account.

  1. La prima cosa da fare è recarsi sul sito di Microsoft e scaricare il software che lancerà l’update: aggiornamento Windows 8 Pro.
  2. Avviandolo, il software eseguirà una scansione del sistema per analizzare le applicazioni installate e fornirti una panoramica di quali sono le applicazioni che Windows 8 supporta e quali invece no. Questo serve a te per valutare cosa fare, in quanto se dovessi avere diverse applicazioni fondamentali che risultano non compatibili potresti pensar bene di posticipare l’aggiornamento a tempi più maturi.
  3. Al termine ci verrà chiesto come procedere, ovvero se si desidera aggiornare mantenendo determinati files oppure se si preferisce fare tabula rasa ed eliminare tutto quanto presente sulla partizione di Windows. Scegli di non conservare niente: perchè? Perchè trattandosi di un nuovo sistema operativo il mio consiglio è sempre quello di fare un’installazione pulita per avere un sistema più performante dopo. Qui non si tratta di perdere i dati ma di farne un backup, ma avrai ancora tempo dopo per farlo.
  4. Il prossimo passo sarà quello di effettuare l’ordine di Windows 8 Pro, ovvero pagare con carta di credito o PayPal. Al termine ti sarà mostrato il codice seriale relativo al tuo nuovo software, che ti sarà anche recapitato per e-mail. Scrivi, stampa o ad ogni modo conserva quel codice seriale che è fondamentale.
  5. A questo punto inizia il download, ma si tratta del solo download dei files necessari all’installazione al termine del quale tu sarai libero di fare quello che vorrai, anche spegnere il computer e fare altro.
  6. Sul desktop troverai un’icona che ogni qualvolta la avvierai ti farà scegliere se creare un file ISO da masterizzare su DVD o creare una chiavetta USB come unità di boot. Io per sicurezza ho fatto entrambi.
  7. A questo punto iniziano i backup: falli! su una partizione, su un altro hard-disk o se non ti fidi di te stesso su un hard-disk esterno che poi scollegherai e riporrai in una cassa di piompo. Le cose da salvare, a parte i files, solitamente sono i siti preferiti, le e-mail, i files di installazione delle app iOS se dovessi possedere iPhone o iPad in modo tale da non dover riscaricare tutto, e ricordati di scollegare i tuoi account da iTunes. Altro? Quasi sicuramente si…

Riavvio… Installazione

Una volta che hai il supporto utile per l’installazione non ti resta che iniziare. Il metodo classico è quello che sfrutta il DVD, per cui basta semplicemente variare l’ordine di boot dal BIOS mettendo il lettore dvd al primo posto e l’installazione partirà in automatico. Alcuni notebook però ormai ne sono sprovvisti quindi in tal caso non ti resta che seguire l’altra strada.

Io per complicarmi le cose ho scelto l’installazione da chiavetta USB, era la prima volta che ci provavo e sono andato incontro ad alcune problematiche non relative a Windows quanto alla mia scheda madre. Te lo dico nel caso dovessi provarci: nel mio caso nel menù del BIOS da dove si imposta la priorità di boot c’erano due voci su cui agire e per poter vedere tipo “chiavetta usb” tra le possibili unità di boot dovevo prima impostare la stessa come disco primario in un altro sottomenù.

Fatto questo però mi sono scontrato con un altro problema: iniziata la procedura d’installazione ci chiede di inserire il seriale e poi compare una finestra che ci propone i vari hard-disk o partizioni su cui poter installare Windows 8, ho selezionato quella dove c’era Windows 7 ma non c’era verso di fargliela accettare, anche provando a formattarla o a eliminarla ricreandola subito dopo non era ritenuta una partizione valida.

Quindi ho provato a fare l’installazione dal DVD ma qui mi son scontrato con il problema principale: in pratica nel mio PC ho un disco SATA che è quello primario dove avevo Windows 7 ed un vecchio disco IDE secondario; per farla breve credo che l’IDE andava a creare qualche conflitto per cui scollegandolo del tutto è andato tutto a posto ed il problema di riconoscimento della partizione è magicamente sparito.

IMPORTANTE: nella finestra che ci propone gli hard-disk o partizioni rilevati, è importantissimo saper individuare perfettamente quale sia quello dove risiedeva il precedente Windows in quanto si perderà qualsiasi cosa presente su quella partizione. Quindi se per errore scegliete/formattate/eliminate una partizione o disco che in realtà conteneva dati importanti rischiate di non poterli più recuperare. 

L’installazione è per semplicità ai massimi storici: già con Windows 7 si era semplificata parecchio ma qui oltre che essersi semplificata ulteriormente si è a mio avviso anche velocizzata. Le sole finestre comparse sono le seguenti:

  • inserimento codice seriale, prima dell’installazione;
  • impostazioni locali (Italia, tastiera italiana, ecc.), prima dell’installazione;
  • scelta del nome del computer, durante l’installazione;
  • scelta della gradazione cromatica che si desidera come sfondo nell’interfaccia metro, durante l’installazione;
  • login account, durante l’installazione.

Attenzione alla scelta del nome al terzo punto in quanto si tratta come di consueto del nome PC e non del vostro account.

Dopo qualche minuto di attesa ci si ritrova davanti ad una schermata che ci invita, dopo che l’installazione sarà terminata, ad andare con il puntatore del mouse in un angolo qualsiasi del desktop. Questo sarò il movimento principale del mouse che vi ritroverete a fare spesso in Windows 8 per far comparire le barre laterali che hanno un’importanza decisamente elevata nell’uso quotidiano.

Non è finita… Creazione Microsoft Account

Durante l’installazione come ti ho detto viene richiesto di effettuare il login, cosa che si può fare con un login locale (il classico utente windows) o con Microsoft Account. La procedura non mi è stata molto chiara in quanto avendo inserito un indirizzo mail mi è stato mostrato un messaggio nel quale si rimandava il tutto ad un momento successivo, infatti provando ad accedere allo store o alcune altre applicazioni mi sono subito accorto che Windows non era ancora completo al 100% in quanto l’account non era attivo.

A mio avviso Microsoft avrebbe potuto benissimo migliorare questa fase rendendo più chiara la fase di sign-up/login, e invece mi è toccato fin da subito sperimentare l’interfaccia Metro di Windows 8 per raggiungere il profilo utente, cosa che agli inizi spiazza un pochino specialmente se non avete mai letto nulla in merito.

Account locale o microsoft account?

Se ti fossi posto il dubbio comunque la cosa migliore da fare è creare un microsoft account in quanto ha la particolarità di poter essere associato a qualsiasi PC, non solo a quello in uso, e quindi (credo io) nel momento in cui si va su un altro PC e gli si inserisce il nostro account l’interfaccia Metro si adatta di conseguenza (fatta eccezione per i programmi installati sulle singole macchine).

L’ideale secondo me è creare l’account ancora prima di cominciare l’installazione. Basta andare qui: Account Microsoft. Sempre dalla pagina web una volta creato l’account potrai anche abbinare i vari social network in modo che poi ti si sincronizzi tutto nell’App apposita.

Conclusione

Un giudizio generale su Windows 8 sarà oggetto di un altro articolo dopo un periodo di rodaggio, mentre per l’installazione non c’è molto altro da aggiungere se non il consiglio di custodire con la massima cura il file ISO creato che potrete quindi andare a masterizzare su DVD in qualsiasi momento. Se invece vuoi creare una chiavetta USB partendo da quella stessa ISO allora può tornarti utile un’utility di Microsoft pensata apposta per Windows 7 ma che funziona anche con Windows 8: Windows 7 USB/DVD Download Tool.

Ora con una spesa minima di 30 € puoi finalmente goderti la tua versione ufficiale di Windows 8, anche se fino ad oggi ti sei sempre appoggiato a sistemi operativi crackati.

Aiuto per gli anglofoni con particolari dubbi.

Se sai l’inglese e ti reputi una persona piuttosto dubbiosa, allora ti posso consigliare anche un’altra lettura che ti guiderà passo-passo con anche l’ausilio di alcuni screenshot: How to clean install Windows 8. Al punto 15 è presente un link che illustra le varie fasi dell’installazione.

 

11 Commenti

  1. Ottima guida!

    solo una domanda, una volta scaricato l’iso hai scritto che puoi installarla quando vuoi giusto?! ma rimane valida anche dopo la scadenza del 30 gennaio per l’aggiornamento?

  2. @ rukawa:
    la scadenza è riferita all’acquisto, cioè l’update lo devi acquistare e scaricare entro fine gennaio 2013, una volta che ce l’hai non ti obbliga nessuno ad installarlo.

  3. Grazie Paolo.
    Ora mi raccomando mettilo sotto torchio per bene per capire se è un OS valido.

    Una domanda che forse ti avevo già fatto: è a 64bit o no? Si basa forse sul sistema operativo precedente sul quale vai a fare l’aggiornamento?

  4. @ Rikyunreal:
    https://www.mytechnology.eu/wp-content/uploads/2012/11/windows-8.png

    Guarda, all’inizio rimani decisamente spiazzato, però dopo che ci ho fatto la mano già mi piace.

    Il fatto della mancanza dello Start in pratica secondo me non si è capito che è come se l’interfaccia Metro fosse un gigantesco start perchè li ci trovi tutto quello che ci trovavi prima e altro ancora.

    Poi di alcune cose mi son già innamorato, una volta che si svilupperà lo store sarà una goduria, ho trovato pure un giochino: paper race…

    http://img.1mobile.com/web/screenshot/c/1/5702bf5f9def9075a20b04f0754b10ba.png

    chi in gioventù non ci ha mai giocato!?? Peccato non sia multiplayer per ora.

  5. @ Rikyunreal:
    dimenticavo… in teoria credo che quando nella prima fase cerca le applicazioni compatibili ecc. allo stesso tempo valuta la macchina, per cui se trova un processore 32 bit poi scarica un windows 8 32 bit, altrimenti 64 bit.

  6. domanda: ma con il supporto (dvd o chiavetta) creato, si può effettuare l’installazione di win8 anche su un disco immacolato di un pc appena montato? o richiederà sempre la presenza di un sistema operativo antecedente?

  7. Ti rispondo dicendoti quello che penso ma di fatto è una cosa che ancora non ho provato: secondo me si, l’installazione te la fa fare, l’unico mio dubbio riguarda il cosa ci sia sul supporto o ISO, nel senso che non vorrei avesse scaricato files per Windows 8 avendo ben in mente la macchina su cui hai voluto fare l’update dato che prima della fase di download fa una “scansione” del tuo pc e/o dei software che hai installato.

    In sostanza, per come la penso io, il Windows pre-esistente non serve per l’installazione fine a se stessa (perché durante questa fase io ho annullato/formattato la partizione su cui doveva andare ad installare) ma per il download dei files, e qui ci sarebbe da capire se prende in analisi anche l’hardware della macchina: in parte sicuramente si, perché sai che scarica una versione 64bit piuttosto che 32bit.

    Però questa cosa la puoi risolvere subito installando al volo una versione magari di Windows xp che hai, crackata o meno, si tratta di fare 2 installazioni e perderci un po piu di tempo ma alla fine ti ritrovi comunque con un sistema operativo originale

  8. mi spiegi come mai centinaia di utenti ,in tutta italia, e forse migliaia nel mondo non riescono ad accedere allo store apps gratuita da visionare od installlare sul mio w-8 compreso regolare licenza e registrazione….passando da win vista 32 bit ad 8. cordialmente e grazie di una risposta personale…mi sembri molto…astuto ed intelligente. dr. sandro berenghi

  9. @ SANDRO DR. BERENGHI:
    Non ho ben capito: accedi allo store ma non vedi le applicazioni gratuite?
    Io a windows 8 appena installato non mi accedeva allo store in quanto non avevo creato il microsoft account, quindi se sei in questa situazione di consiglio di leggere il paragrafetto in merito che trovi nell’articolo.

Rispondi