La settimana scorsa Apple ha presentato la nuova linea 2011 dei portatili MacBook Pro, la cui principale differenza è la sostituzione definitiva dei processori Intel Dual Core 2 Duo con i più nuovi Intel i5 e i7 a due o quattro core. Esteticamente identici ai precedenti, un’altra novità riguarda una nuova interfaccia denominata Thunderbolt destinata a sostituire la Minidisplay port. Thunderbolt in sostanza è un nuovo standard 10 volte più veloce dell’USB 2.0 e pensato per lo scambio dati ma anche per la trasmissione di fonti audio e video, infatti può essere reso compatibile anche con l’HDMI grazie ad un adattatore.

Per quanto riguarda il comparto video, si passa da una scheda video Intel HD Graphics 3000 al supporto sui modelli da 15″ e 17″ delle nuove schede video AMD Radeon, ben più performanti rispetto alle precedenti.

A livello software, le principali novità si riassumono citando:

  • Facetime, in una versione aggiornata compatibile con la nuova webcam;
  • Mail, in una versione derivata dallo stesso client utilizzato su iPad;
  • AirDrop, un’utilità che facilità la condivisione wireless di files tra due Mac, sfruttando il protocollo Wi-Fi;

In fatto di prezzi, parlando in termini di IVA inclusa, troviamo il 13 pollici che parte da 1.149 € per il modello base da 2,3GHz mentre sale a 1.449 € per quello con Core i5 da 2,7GHz. Il 15 pollici parte da 1.749, mentre serviranno 2.149 € per quello con Core i7 da 2,2GHz e Radeon HD 6750M. Infine, il 17 pollici costa 2.499 €.

Vi ricordo inoltre che per il 2 marzo Apple ha fissato un altro appuntamento nel corso del quale verrà con tutta probabilità svelato il nuovo iPad 2

Qui di seguito trovi anche i risultati dei primi bechmark relativi ai nuovi MacBook Pro.

Rispondi