spotify

Era molto atteso l’evento di ieri a New York durante il quale si sapeva che Spotify avesse qualcosa di interessante da proporre, e così è stato. Inizialmente si ipotizzava che Spotify volesse espandere la sua offerta free anche a tablet e smartphone con qualche tipo di limitazione, e le ipotesi si sono poi rivelate essere ben fondate e vediamo subito il perchè.

Spotify ritiene che molti utenti ormai utilizzino il tablet così come un tempo si facevano con il PC, ed è per questo che tablet e PC sono ora equiparati ed entrambi possono usufruire dell’offerta free che da accesso gratuito in streaming del catalogo con l’inserimento di piccoli spot pubblicitari. Inoltre il limite imposto qualche mese fa delle 10 ore di ascolto è stato eliminato e quindi si può ascoltare musica illimitatamente. Per PC e tablet ovviamente è sempre disponibile l’account Premium che permette di eliminare la pubblicità e permette anche il download per l’ascolto offline.

Per quanto riguarda gli smartphone invece, anche qui viene introdotto un profilo gratuito e illimitato di ascolto dei brani con l’unico vincolo che la riproduzione dovrà avvenire nella modalità Shuffle per i singoli artisti o per le proprie playlist. La modalità shuffle lo saprete già, è quella che riproduce in maniera casuale i brani, e sebbene sia un limite è anche vero che è sempre possibile passare al brano successivo finchè non si trova quello che ci piace: se per i singoli artisti questo potrebbe essere un problema, con le proprie playlist non dovrebbe esserlo dato che si presuppone che in una playlist fatta su misura tutti i brani ci piacciono.

Insomma, delle gran belle novità che rendono Spotify differente da altre offerte in un periodo in cui ormai sembravano tutti cloni dell’originale.

Rispondi