Da 3 mesi ormai uso il nuovo Wireless Flash Drive di SanDisk, che in pratica è un dispositivo delle dimensioni di un pendrive al quale hanno aggiunto uno slot microSD e un modulo WiFi. Il prodotto si dimostra davvero valido per la condivisione di documenti, foto, musica e video, e permette la condivisione simultanea con più dispositivi.

Viene venduto con microSD integrata, nei tagli da 16 – 32- 64 GB con prezzi a partire da 49 € (prezzo Amazon.it).

Le sue dimensioni lo rendono uno strumento davvero potente oltre che portatile, perchè basta veramente poco ad esempio per espandere in maniera virtuale la memoria dei nostri smartphone o tablet.

A livello hardware è presente solo un pulsante di accensione e spegnimento, e due led di funzionamento. Il connettore USB è protetto da un meccanismo a scorrimento che fa anche da base qualora volessimo tenerlo in piedi.

Il funzionamento è semplice: prima di tutto occorre scaricare un’app per il proprio cellulare o smartphone, non necessariamente quella originale di Sandisk perchè sui rispettivi store Apple e Google ne trovate di compatibili. Una volta installata basta accendere il Flash drive e collegarsi tramite wifi come si farebbe con una qualsiasi rete. Una volta connesso si ha tranquillamente accesso a tutti i contenuti presenti sulla microSD e al menu delle impostazioni.

Tra le impostazioni, un’opzione importante da configurare è quella che vi permette di avere comunque accesso alla rete di casa, in modo tale che sebbene sia connesso al dispositivo potrai comunque andare in internet e quindi non sarai tagliato fuori.

La velocità con cui si accede ai files è buona, le miniature delle foto ad esempio compaiono nei giro di 1 o 2 secondi, ma è con i video che a mio avviso otteniamo le maggiori soddisfazioni.

Con questo dispositivo infatti possiamo caricare film e serie TV sulla microSD (utilizzandolo come se fosse una normalissima chiavetta USB) e vederceli in tutta tranquillità anche quando la memoria del nostro dispositivo è ormai satura. La cosa vale sia per Android che per iOS, in merito al quale ci son sempre state delle restrizioni che non ci permettevano di vedere formati video “strani” agli occhi di Apple. Anche in questo caso occorre fare un piccolo trucchetto ma il risultato è garantito.

Funzionamento con Android

Con Android non abbiamo nessun tipo di problema a visualizzare i files e i films con l’app originale: basta avviare l’applicazione e successivamente far partire la riproduzione in streaming grazie ad app come MX Player o similari. Manca però il supporto a files .mkv, per cui nel caso si può tentare il download del file sul dispositivo e provare la riproduzione in locale con qualche altra app in grado di leggerli, oppure vedere se come per iOS c’è qualche applicazione che sostituisce l’app originale ed è compatibile con più formati.

Funzionamento con iOS

Con iOS invece abbiamo la possibilità di usare il software originale, oppure possiamo ricorrere ad un’app chiamata It’s Playing. Questa app ha un costo piuttosto elevato, quasi 5 €, ma a mio avviso vale la pena fare questo piccolo investimento perchè al contrario dell’app originale ci permetterà di effettuare lo streaming video anche dei più comuni files .avi ma anche degli .mkv. It’s playing è la vera killer application se applicata a dispositivi come il Wireless Flash Drive.

Il vantaggio in entrambi i casi di utilizzare l’app originale è il fatto che questa verifica la presenza di aggiornamenti firmware e ci permette di aggiornarlo. Da quando ce l’ho, ci sono stati almeno 2 updates il primo dei quali rendeva il dispositivo compatibile con le microSD da 64GB e quindi vale comunque la pena di installarla.

SanDisk dichiara che il Wireless Flash Drive è in grado di fare lo stream simultaneo dei video fino a 3 dispositivi connessi, mentre è in grado di connetterne in lettura fino a 8. Personalmente l’ho provato con al massimo 2 dispositivi connessi, un numero che ritengo normale per molti di noi, effettuando lo stream di video in definizione piuttosto elevata e non ho avuto alcun tipo di rallentamento. Riuscivo tranquillamente a saltare pezzi di video senza che la riproduzione sull’altro display ne risentisse.

In definitiva è un ottimo dispositivo da portare con se durante le vacanze, ma lo è anche per tutti quei momenti in cui c’è bisogno di una condivisione multipla e non va dimenticato che di fatto questo device, che sta comodamente in tasca, espande enormemente la capacità sempre ridotta all’osso dei nostri smartphone e tablet.

Nell’articolo ho citato solo smartphone e tablet, ma è chiaro che funziona anche con qualsiasi computer in grado di connettersi tramite WiFi. In questi casi però è un po sacrificato per diversi motivi: in un notebook non abbiamo solitamente la necessità di espandere la memoria, e se giriamo con un portatile molto probabilmente documenti e films li avremo memorizzati li.

Per questo motivo reputo il Wireless Flash Drive di SanDisk il compagno ideale per smartphone e tablet. Il prezzo infine è decisamente competitivo se consideriamo la microSD inclusa nonchè la possibilità di girare con più microSD andando ad espandere ulteriormente la mole di dati che possiamo portare con noi.

Sito Ufficiale: SanDisk Wireless Flash Drive.

Video recensione SanDisk Wireless Flash Drive

Rispondi