Dopo la notizia shock di fine 2016 che vedeva Pebble nelle mani di Fitbit ora arriva la notizia che quest’ultima ha acquisito anche Vector, un brand meno noto ma operante nel campo degli smartwatch di design

Qualcosa bolle in pentola, è proprio il caso di dirlo, e se la pentola ancora non bolle è stata quanto meno messa sul piano cottura perchè due acquisizioni di questo calibro a distanza di nemmeno 1 mese avranno sicuramente un impatto importante nei prossimi dispositivi Fitbit.

Vector è un’azienda londinese che sviluppa smartwatch compatibili con le varie piattaforma mobile mantenendo un design molto orientato verso quello di un classico orologio e anche qui viene implementato un display e-ink per garantire una autonomia di circa 30 giorni.

Come successo con Pebble, anche nel caso di Vector l’intenzione sembra quella di acquisire know-how senza la volontà (almeno per il momento) di portare avanti il brand sebbene i prodotti attualmente in commercio verranno comunque supportati anche se non godranno di futuri aggiornamenti.

Si prospetta quindi un 2017 decisamente interessante in Fitbit.

Rispondi