Mancano poche ore alla presentazione ufficiale ma ormai si sa davvero molto in merito alla nuova scheda video Nvidia GeForce RTX 2080

Gli appassionati già solo dal nome avranno già capito che un cambio di nomenclatura così importante vuol dire un passo evolutivo altrettanto cospicuo.

E così sarà perchè le nuove schede video Nvidia GeForce RTX 2080 rappresentano un taglio netto con il passato.

RTX – La rivoluzione ha inizio

Il prefisso RTX sostituisce il classico GTX e la R sta a significare “real-time ray-tracing” ovvero un modello poligonale più complesso che fino ad ora erano esclusiva delle schede video professionali a marchio Quadro.

Il Ray-Tracing è capace di calcolare in tempo reale la rifrazione delle luci e calcolare di conseguenza la produzione delle ombre. Tutto questo si traduce in un foto realismo mai raggiunto prima nei videogiochi.

In rete sono comparse alcune specifiche tecniche dei partners Nvidia e basandoci su quelli a livello tecnico questo è quanto potremo attenderci ad esempio sulla RTX 2080 Ti:

  • 11 GB di GDDR6 su un bus a 352-bit
  • banda passante teorica di 616 Gb/s contro i 484 Gb/s della GTX 1080 Ti
  • 4352 CUDA core contro i 3584 della generazione precedente

Il modello più “normale” invece, ovvero la RTX 2080, avrà 8 Gb di RAM GDDR6 a 256-bit e 2944 CUDA core. Quindi basandoci sui soli numeri possiamo dire che la 2080 sarà leggermente al di sotto della 1080 Ti.

Va bene tutto: ma i prezzi?

L’aspetto più interessante però riguarda i prezzi: nonostante la bolla degli ultimi mesi causata dal mining delle criptovalute sembra infatti che non assisteremo ad un rialzo apparentemente assurdo.

La RTX 2080 Ti e la RTX 2080 avranno prezzi che oscilleranno tra i 500 ed i 700 dollari mentre la RTX 2070 che arriverà invece a settembre si inserirà nella fascia dei 400$ ma dovrebbe garantire un buon incremento prestazionali rispetto alla precedente GTX 1070 (si parla fino al 40% di prestazioni in aumento).

Infine, a scendere, arriveranno le GTX 2060 e le GTX 2050 e qui è importante far notare la riconferma del prefisso GTX ma la novità importante sarà l’incremento prestazionali di quest’ultime per le quali si parla di un miglioramento del 50% rispetto alla 1050 Ti.

Rispondi