Old radio

Una delle conseguenze del decreto Sblocca Cantieri è stato lo stop delle Radio FM presenti sugli smartphone

Può sembrare un’assurdità, e molti non capiranno il nesso tra il decreto e le Radio FM, ma a partire dal 1 gennaio 2021 per legge molte radio FM presenti sugli smartphone hanno cessato di funzionare.

Non si tratta di una scelta dei produttori ma come detto una conseguenza di quanto contenuto nella legge n.205/2017 e successiva integrazione del decreto Sblocca Cantieri, che ha portato i produttori a rilasciare un aggiornamento software che disabilità questa funzionalità.

Smartphone come il Galaxy A50 o il Redmi Note 9 Pro, ovvero due smartphone che durante l’anno 2020 hanno venduto discretamente bene, sono stati investiti da questa brutta novità che per alcuni può aver dato più di qualche noia.

In sostanza la colpa è imputabile al fatto che a partire dal 1° gennaio tutte le radio FM devono ricevere anche i servizi DAB+ ovvero la radio digitale.

Avere la DAB+ però prevede la presenza di un chip dedicato che in questi anni sugli smartphone è stato snobbato nella quasi totalità dei produttori di smartphone.

I produttori quindi non hanno potuto fare altro dare esecuzione a quanto previsto dalla legge e disabilitare la funzione tramite un aggiornamento software.

Per evitare la disattivazione una possibile soluzione potrebbe essere quella di disattivare gli aggiornamenti automatici, pratica che sconsiglio vivamente in quanto gli aggiornamenti portano spesso con se maggior protezione e il miglioramento di alcune funzionalità dello smartphone.

Le alternative sono altre, e passano tramite App

La prima alternativa, nel caso abbiate una vostra radio preferita, è cercare la disponibilità di un’app dedicata: molte radio infatti (Radio Deejay, Radio 105, RDS, RTL 102.5 e Virgin Radio solo per citarne alcune) hanno ormai la propria App tramite la quale è possibile seguirla al meglio.

Se invece vogliamo un’alternativa più “globale”, si può installare app come TuneIn Radio, disponibile sia per Android che per iOS, la quale raccoglie tutte le stazioni radio disponibili e permette di ascoltarle in streaming. E’ disponibile in versione gratuita (adatta ad ascolti saltuari) o a pagamento che elimina le interruzioni pubblicitarie della versione gratuita.

Rispondi