Confezione, qualità e confort percepiti

Tipica confezione in cartone di AUKEY all’interno della quale troviamo: auricolari, cavetto usb-c, manuale, foglietto della garanzia, in-ear opzionali e la comodissima guida rapida grazie alla quale potremo imparare ad utilizzare gli auricolari in pochi secondi.

Dimensioni molto compatte, non danno alcun fastidio una volta messi in tasca, e se appoggiati su una superficie restano in piedi senza rischiare di dondolare in giro.

Sul retro c’è la porta USB-C per la ricarica e sulla parte frontale 3 LED indicanti lo stato di carica. L’aggancio degli auricolari è magnetico e tengono piuttosto bene.

Per quanto riguarda gli auricolari invece sono piuttosto compatti e non infastidiscono in maniera eccessiva il condotto uditivo e il padiglione ma quando si fa esercizio fisico con il sudore potrebbero risultare meno stabili.

Sono IPX5 quindi forniscono anche una certa protezione agli spruzzi d’acqua.

Pairing e input lag

Pairing veloce su Android, un pochino più lento su iOS, ma in generale nessun problema. La connessione bluetooth 5.0 mantiene stabile il collegamento ed un corretto input lag durante lo streaming video. E’ poi presente una modalità a bassa latenza (che vedremo più sotto).

Qualità audio in ascolto

La qualità audio di questi auricolari è un aspetto un po’ sacrificato a vantaggio delle funzioni presenti negli Aukey EP-T31. Il livello di volume è accettabile ma inferiore rispetto a quello di altri auricolari AUKEY e si notano dei bassi meno presenti.

Qualità audio in conversazione

In conversazione l’audio è accettabile, non eccelle per chiarezza ma va sempre considerato il prezzo: pertanto siamo nella norma.

Sensore di rilevamento In-Ear

Auricolari full wireless a meno di 40 euro con il sensore di rilevamento in-ear che permette la pausa automatica quando vengono tolti dall’orecchio e riprende la riproduzione quando vengono inseriti nuovamente. Onestamente è tanta roba, e nonostante si tratti di auricolari economici funziona veramente molto bene. Sono uno degli aspetti chiave di questi auricolari e se è una funzione di tuo interesse non rimarrai deluso.

Modalità a bassa latenza

Con un triplo tocco sull’auricolare destro seguito da un feedback sonoro è possibile attivare la modalità a bassa latenza.

Con questa modalità si va a migliorare le performance relative alla latenza quando si utilizzano gli auricolari mentre si guardano i video o con i videogames.

In generale ultimamente con gli auricolari bluetooth 5.0 è difficile andare incontro ad un prodotto che va fuori sincronia ma ho cercato di metterli in difficoltà ad esempio all’interno di un progetto di editin video di Premiere dove solitamente gli auricolari full wireless non performano al meglio: premesso che anche con la modalità a bassa latenza disattivata gli auricolari sembravano comportarsi bene lasciandomi però un minimo di dubbio sulla perfetta sincronia, attivandola la voce è perfettamente abbinata con il video.

Va detto che tale modalità incide leggermente sull’autonomia.

Modalità mono

Un altro pregio degli auricolari EP-T31 è il dual mono, ovvero la possibilità di utilizzare indistintamente entrambi gli auricolari singolarmente. Questa funzione permette anche di prolungare l’autonomia generale garantendo un utilizzo continuo perchè mentre ne utilizziamo uno possiamo mettere in ricarica l’altro.

Pulsanti touch e Comandi supportati

Pur non essendo un amante dei pulsanti touch dopo i T10 devo amettere che anche i T31 si sono comportati bene, anche se a differenza dei T10 qui non abbiamo un incavo che accolga il dito e ogni tanto si preme la dove manca il sensore.

Manca la possibilità di gestire il volume mentre per il resto il supporto è completo con l’aggiunta della modalità a bassa latenza.

Autonomia

30 ore di autonomia garantite dal case e 4 ore di ascolto con singola ricarica: come abbiamo detto grazie al dual mono è possibile riuscire ad ottenere un ottima autonomia generale senza interruzioni.

Conclusioni

Al prezzo a cui vengono proposti glia auricolari AUKEY EP-T31 risultano essere un prodotto molto equilibrato che a discapito di un audio non al pari di altri modelli visti in passato offre però una comodità non indifferente come il rilevamento in-ear che si è dimostrato funzionare molto bene. La ricarica wireless infine è la ciliegina sulla torta.

Pro

  • Rilevamento In-Ear molto efficace
  • Input lag adeguato per lo streaming video
  • USB-C
  • Ricarica Wireless

Contro

  • Audio non esageratamente elevato
  • Bassi poco corposi
  • Manca il controllo volume
RASSEGNA PANORAMICA
Design
75 %
Comodità generale
85 %
Qualità audio in riproduzione
70 %
Qualità audio in conversazione
75 %
Affidabilità e Funzioni
80 %
Autonomia
70 %
Articolo precedenteOppo Find X3 PRO: 2 ottiche da 50 MP e una lente d’ingrandimento
Articolo successivoAuricolari AUKEY full wireless: comparazione tra i vari modelli
Classe '81, appassionato di tecnologia e internet. Dal 29 marzo 2007 scrive quotidianamente con passione sul suo blog www.mytechnology.eu | .it articoli inerenti queste due tematiche. Ha una bellissima moglie e due figli adorabili, e passa le nottate scrivendo articoli e giocando online con i membri del clan EraseR che conosce da ben 20 anni.

Rispondi