UPDATE: è ufficiale, la presentazione è fissata per il 9 marzo 2015. Segui il Live streaming, per saperne di più Leggi qui.

Ieri sera Tim Cook ha fatto propria per la prima volta la famosa frase “There’s one more thing”, che sta a significare l’introduzione di un nuovissimo prodotto Apple. Il prodotto in questione era il lungamente atteso Apple Watch, e come ho avuto modo di dire l’altro ieri Apple è stata in grado di nascondere l’intero progetto ad occhi indiscreti.

Dopo anni di attesa Apple ha quindi annunciato il suo smartwatch, che fin da subito appare curatissimo nei dettagli e nelle forme e per la prima volta permette un elevato grado di personalizzazione: Watch sarà disponibile in due dimensioni, 38 e 42 mm di altezza della cassa (per meglio adattarsi al polso di tutti), ed in 3 varianti che sono Watch, Watch Sport e Watch Edition le quali si differenziano per la finitura e per i diversi tipi di cinturini.

Ed è proprio da questi ultimi che vorrei partire dal momento che il cinturino che si sceglie è davvero in grado di cambiare aspetto a Watch. Ce n’è per tutti i gusti, ed Apple è riuscita ad inventarsi anche un modo piuttosto unico per quanto riguarda il loro alloggiamento nella cassa e la chiusura del bracciale.

Rispetto agli smartwatch Android presentati più di recente l’unica mancanza che sembra certificata è il GPS, per il quale Watch si appoggia ad iPhone (da iPhone 5 in su tra l’altro). Per il resto invece non manca quasi niente: sensore biometrico, ricarica ad induzione, cassa in acciaio temprato. In più poi ha NFC integrato in modo che lo si possa usare per i pagamenti in sostituzione ad iPhone.

Il funzionamento è leggermente diverso però, tanto che per lo zoom di mappe e altri contenuti Watch si affida ad una ghiera rotante, e questo sebbene sia equipaggiato di un touchscreen particolare in grado di “sentire” la differenza tra uno sfioramento ed una pressione.

Watch piace o non piace?

Le prime reazioni, mia compresa, sono state contrapposte: indubbiamente siamo di fronte ad un bello smartwatch, ma l’estetica in particolare di Moto360 con quadrante rotondo è rimasta nel cuore a molti e quindi non tutti hanno accolto Watch con il massimo entusiamo. A mio avviso però un tipo di prodotto che va realmente toccato con mano per accorgerci se possa scattare o meno la scintilla.

apple watch personalizzazione

Funzioni

A livello di funzioni non manca nulla, e ovviamente non manca la possibilità di personalizzare il quadrante principale che ci comunica l’ora, ma Watch è stata equipaggiata anche di funzioni del tipo “bimbominkia” come quella per fare i disegnini da inviare (già mi immagino quanti cazzetti stilizzati voleranno…) ad altri utenti che usano Watch oppure far sapere ad altri utenti che li stiamo pensando o addirittura inviargli il nostro battito cardiaco (questa cosa a dire il vero fa molto “giochini preliminari”).

Il pulsante posto sotto la corona digitale è denominato “Pulsante Amici” in quanto fa comparire i nostri contatti principali e ci permette cliccandoci sopra di mandare un messaggio, chiamarli, ecc.

E’ possibile utilizzare Watch per telefonare usando microfono e altoparlante integrati, oppure si può prendere la chiamata, e metterla in pausa per poi passarla ad iPhone. E’ stata anche inserita anche una modalità walkie-talkie tra 2 utenti Apple Watch.

Infine non manca la possibilità di controllare la riproduzione della musica, di controllare Apple TV o di gestire la fotocamera di iPhone (anche visualizzandone l’inquadratura).

apple watch funzioni

Luci… e ombre

Insomma, si tratta di un bel gioiellino che però non definirei come hanno detto alcuni “rivoluzionario”. Sarebbe potuto essere rivoluzionario se fosse stato introdotto l’anno scorso, ma oggi proprio no. Sicuramente però è diverso.

Ci sono poi sicuramente degli aspetti che Apple non ha voluto affrontare durante la presentazione e uno di questi, il più importante, riguarda l’autonomia della batteria. Apple infatti non ha dichiarato se Watch durerà più o meno di un giorno, anche se onestamente mi sento tranquillo nel poter dire che sarà come gli altri: a fine giornata correremo a caricarlo. Se così fosse quindi, Watch non è altro che un bel giocattolo, ma poco pratico.

Un altro aspetto che sarà da determinare è la visibilità del display quando colpito dai raggi solari.

apple watch white

Prezzo e disponibilità

Purtroppo bisognerà aspettare il 2015, e non si sa nemmeno bene in che mese, per un prezzo che partirà da 349 $ e salirà a seconda del tipo di personalizzazione desiderata.

Rispondi