Se il tuo cellulare fatica ad arrivare a fine giornata, il PowerDrive+ 2 di Anker potrebbe darti una mano

Ci sono caricatori vecchi ed ormai inutili, e caricatori nuovi.

Quelli di una volta ormai non sono capaci di reggere il confronto con i nuovi caricatori compatibili con tutti i sistemi di ricarica rapida: il tragitto in macchina di 10-20 minuti che si compie quotidianamente mentre una volta sarebbe servito a caricare il cellulare di una percentuale insignificante, oggi può diventare un momento importante all’interno del quale possiamo garantirci la carica necessaria per proseguire la giornata con la giusta tranquillità o semplicemente scongiurare l’emergenza da power-bank.

Il caricatore da auto Anker PowerDrive+ 2 ha la parte superiore in lega di zinco e due porte USB:

  • una Quick Charge 2.0 e compatibile con il sistema PowerIQ, particolarmente adatta con i dispositivi Apple ma anche capace di rilevare in maniera autonoma la richiesta energetica del dispositivo che si va a collegare
  • una compatibile con il sistema Quick Charge 3.0 che grazie alle sue capacità nel mio caso ricarica in soli 12 minuti il Samsung S8 di ben 23 punti percentuali

Questo suo dualismo rende il caricatore capace di soddisfare le esigenze di una vasta gamma di dispositivi e con una potenza in uscita di ben 42 Watt riesce a ricaricare anche dispositivi piuttosto esosi in termini energetici.

Non manca inoltre un led luminoso utile ad indicarne la presenza qualora le luci del cruscotto sono spente o semplicemente per farci capire che il caricatore è in funzione.

L’unico suo punto debole sono le dimensioni, perchè è leggemente più ingombrante di un caricatore più tradizionale.

Il prezzo invece è un altro elemento a favore: 15.99 Euro su Amazon non sono davvero niente per il beneficio che se ne trae.

Abbandonate il vostro vecchio caricatore da 1 o 2 ampere e abbracciate il sistema PowerDrive+

Rispondi