Amazon ha presentato tutta una serie di nuovi prodotti, e tra questi spicca il nuovo campanello smart Blink Video Doorbell che appartiene al brand Blink noto anche per le sue telecamere smart

Questo nuovo videocitofono sulla carta sembra essere molto interessante anche per via di un prezzo super aggressivo: 59,99 Euro

Ha un campo visivo orizzontale di 135°, registra in 1080p a colori di giorno e sfrutta gli infrarossi per avere visione anche dopo il tramonto, mentre le foto si fermano ad una risoluzione di 640×360 pixel.

La parte interessante è legata al modo con cui si alimenta: 2 batterie AA che danno un’autonomia molto variabile in base a quanto il campanello è quotidianamente utilizzato, oppure c’è la possibilità di alimentarlo via cavo sfruttando i fili del campanello pre-esistente.

E’ importante capire però che la trasmissione dati avviene sempre via wifi 2,4 GHz e questo ne limita le possibilità di installazione perchè deve essere posizionato all’interno della portata del proprio router, e questo aspetto potrebbe in alcuni casi complicarne molto il posizionamento per via di un segnale debole della propria rete wi-fi.

Un solo accessorio, ma importante: Sync Module 2

C’è poi da capire quale sia l’interazione reale con l’accessorio Sync Module 2, lo stesso utilizzato dalle telecamere, che sembra dare la possibilità di salvare in locale i video provenienti dal citofono ma poi a giudicare da quanto scritto sulla pagina Amazon sembra anche dare la possibilità di trasmettere i video HD in diretta… questo significa che se non ho il modulo i video non saranno in HD? Questa cosa è da appurare.

La scritta tratta dalla pagina Amazon che pone il dubbio in merito al Sync Module 2

Senza il Sync Module 2 l’unico modo per avere un backup dei video sarà quello di sottoscrivere un abbonamento Blink.

Stesso sistema, con applicazione differente

Blink è stata molto furba nello sviluppo dei suoi videocitofoni, perchè in sostanza ha sfruttato il suo sistema di videocamere cambiandone la forma ed aggiungendo un pulsante di chiamata: nel caso di Video Doorbell quello che stupisce è però il prezzo quasi troppo aggressivo, ma giustificato dal fatto che per vederlo funzionare in maniera completa è suggeribile l’acquisto del Sync Module che costa quasi quanto il videocitofono ma che nel momento in cui scrivo (29 settembre) sembra essere sparito da Amazon.

In italia abbiamo le siepi, e le recizioni

Tutti questi videocitofoni smart sembrano sempre molto pratici quando nei materiali promozionali vediamo la foto del postino che citofona alla nostra porta, ma rappresenta una realtà che di fatto non è quella italiana dove siepi e recinzioni delimitano un perimetro: avere un videocitofono smart di questo tipo ci da sicuramente la possibilità di sapere sempre CHI ha citofonato, ma senza la possibilità di aprire l’eventuale cancelletto e dare la possibilità a chi citofona di entrare è un limite enorme che non sembra tenuto in considerazione.

Pensiamo alla donna delle pulizie, al giardiniere o come detto poco fa ad un corriere che deve consegnare un pacco per il quale non gli è possibile metterlo oltre la recinzione (che magari è alta con il rischio che il pacco gli scivoli e cada).

Con un videocitofono smart che mi dia la possibilità di aprire da remoto il cancelletto io avrei risolto tutti i miei problemi, ne abbiamo già parlato in passato e abbiamo visto anche la recensione di un prodotto utile a tal scopo.

Ma con un videocitofono come il Blink Video Doorbell l’interazione si limita al semplice rispondere alla chiamata senza dare la possibilità di andare oltre, fare quel piccolo passo in più che potrebbe dare delle comodità aggiuntive.

In America (e non solo) le recinzioni non esistono, il Video Doorbell viene posizionato direttamente sulla porta di casa (e quindi quasi sicuramente è coperto dal wi-fi) ed è normale che non vi sia la possibilità di dare l’impulso per un’eventuale apertura. Questo sebbene Amazon stessa stia sperimentando anche una serratura smart in combinata con il videocitofono che permette al corriere di entrare direttamente in casa, lasciare il pacco e richiudere la serratura.

Prima di acquistarlo va quindi capito A CHI questo Blink Video Doorbell può realmente servire: certo il prezzo è allettante ma la comodità dell’apertura da remoto del cancelletto è tale da spingermi ad approfondire l’argomento anche perchè nella quasi totalità dei casi è probabile che i cavi di collegamento siano già nell’impianto e sarebbe un peccato rinunciarvi. In passato abbiamo visto la soluzione di Philips (che utilizzo tutt’ora), ma non è certo l’unico prodotto sul mercato.

Articolo precedenteIMOU Knight, telecamera smart in 4K
Articolo successivoRecensione Urbanista Miami: buon sound e autonomia straordinaria
Classe '81, appassionato di tecnologia e internet. Dal 29 marzo 2007 scrive quotidianamente con passione sul suo blog www.mytechnology.eu | .it articoli inerenti queste due tematiche. Ha una bellissima moglie e due figli adorabili, e passa le nottate scrivendo articoli e giocando online con i membri del clan EraseR che conosce da ben 20 anni.

Rispondi