venerdì, 19 Aprile 2024
HomeRubricheLa Pagina 101: Eragon

La Pagina 101: Eragon

La Pagina 101

Eragon è il titolo del primo romanzo fantasy del “Ciclo dell’eredità” scritto da Christopher Paolini, che ci riporta in parte alle atmosfere del “Signore degli Anelli” in cui avevamo a che fare con razze diverse come elfi, umani, e nani, ma con l’aggiunta questa volta anche di draghi e Cavalieri dei draghi.

In questo primo libro conosceremo Eragon: un giovane ragazzo che tutto ad un tratto avrà la fortuna di trovare un uovo di drago il quale cambierà il corso della sua vita e lo porterà al centro di antiche lotte per il bene di Alagaesia

eragon

La Pagina 101:

Alle pareti erano appesi mazzolini di erbe essiccate che riempivano la stanza di aromi pungenti. Il fuoco ardeva in un camino, davanti al quale c’era una sedia a dondolo di vimini, occupata da una donna corpulenta: Gertrude, la guaritrice del villaggio. Aveva gli occhi chiusi e la testa ciondoloni. In grembo teneva due ferri da calza e un gomitolo di lana.

Pur sentendosi assolutamente privo di forze, Eragon si costrinse a sedersi. Il gesto lo aiutò a schiarirsi la mente, e il ragazzo ripassò gli eventi degli ultimi giorni. Il suo primo pensiero fu per Garrow; il secondo per Saphira. Spero che sia al sicuro. Provò a cercarla con la mente, ma senza esito. Ovunque fosse, era lontana da Carvahall. Almeno Brom mi ha portato a Carvahall. Mi chiedo che cosa gli sia successo. Tutto quel sangue

Gertrude si mosse e aprì gli occhi, due palline lucenti. “Oh” disse. “Sei sveglio. Bene!” La sua voce era piena e calda. “Come ti senti?”

“Così così. Dov’è Garrow?”

Gertrude trascinò la sedia accanto al letto. “E’ a casa di Horst. Qui nonc’era posto per tutti e due. Sai, non ho fatto altro che correre avanti e indietro per badare a entrambi. Sono stanca morta.”

Eragon inghiottì le proprie preoccupazioni e chiese: “Come sta?”

Ci fu una lunga pausa durate la quale la donna si scrutò le mani. “Non bene. Continua ad avere la febbre alta, e le sue ferite non guariscono.”

“Devo vederlo” CErò di alzarsi dal letto.

“No, finchè non avrai mangiato” ribattè lei decisa, spingendolo contro il materasso. “Non ho passato tutto questo tempo al tuo capezzale solo per vederti star male di nuovo. Su gran parte delle gambe hai carne viva al posto della pelle, e la febbre ti è passata solo ieri sera. Non temere per Garrow. Si rimetterà. Ha una forte tempra”. Gertrude mise una pentola sul fuoco e cominciò ad affettare delle pastinache per la zuppa.

Paolo Colombo
Paolo Colombohttps://www.mytechnology.eu
Classe '81, appassionato di tecnologia e internet. Dal 29 marzo 2007 scrive quotidianamente con passione sul suo blog www.mytechnology.eu | .it articoli inerenti queste due tematiche. Ha una bellissima moglie e due figli adorabili, e passa le nottate scrivendo articoli e giocando online con i membri del clan EraseR che conosce da ben 20 anni.
ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

CONTINUA A SEGUIRMI

855FansMi piace
394FollowerSegui
429FollowerSegui
247FollowerSegui
6,540IscrittiIscriviti

ULTIMI ARTICOLI