venerdì, 19 Aprile 2024
HomeHardwareAppleApple iPad, eccolo finalmente!

Apple iPad, eccolo finalmente!

Mi verrebbe da dire: “prendi un iPod Touch e passalo sotto ad un mattarello”

Si perchè l’oggetto rivoluzionario che si attendeva da mesi (se non anni) e che è stato presentato ieri da Steve Jobs è veramente qualcosa di molto simile ad un iPod Touch o un iPhone, con la differenza che il display è decisamente più grosso e possiede una cornice nera sotto la quale si nasconde presumibilmente il grosso dell’hardware dal momento che iPad è spesso solo 13 mm.

Caratteristiche salienti:

  • display da 9.7″ multi-touch con retro illuminazione a LED
  • dimensioni 243 x 190 x 13,4 mm
  • sensori (più o meno i soliti di sempre): accelerometro, magnetometro, sensore di luminosità, bluetooth, WiFi 802.11n e A-GPS
  • connettività 3G presente solo in alcune configurazioni
  • CPU 1Ghz Apple A4
  • autonomia: 10 ore
  • iPhone OS 3.2
  • tastiera virtuale con possibilità di sincronizzarne una reale tramite bluetooth
  • disponibilità: per il modello wi-fi entro i prossimi 2 mesi mentre per quello wi-fi + 3G i mesi sono 3.

iPad quindi baserà il suo futuro sul fatto di avere lo stesso sistema operativo di iPhone, cosa che fa in modo che tutte le applicazioni già in commercio sul telefonino sono compatibili per iPad, ed eventualmente saranno ottimizzabili successivamente; in questo modo i giochi ad esempio potranno godere di un miglioramento del comparto grafico ottimizzato per essere visualizzato a tutto schermo.

iPad godrà di un suo negozio online di libri, denominato iBooks, e per i più creativi ci sarà una versione su misura di iWorks, acquistabile a 9.99 $.

Ma onestamente non è tutto oro quel che luccica: va infatti tenuto conto che iPad sembra essere un mix tra un cellulare, un tablet ed un e-reader ma presenta già alcuni difetti:

  • pur essendo disponibile in una configurazione che monta un modulo GSM che gli permette di connettersi alla rete per navigare o scaricare contenuti, non ha la possibilità di effettuare chiamate (a dirla tutta io non mi son mai sognato che lo potesse fare e non ne vedrei il senso);
  • come iPhone e iPod Touch, ha un display multi-touch ma non è multi-tasking e quindi saremo destinati a far girare un’applicazione per volta (possibile con un aggiornamento software? chissà);
  • sempre da iPhone e iPod Touch eredita l’incapacità di visualizzare contenuti Flash sui siti internet;
  • non presenta alcuna possibilità di espanderne la memoria attraverso ad esempio uno slot SD o qualcosa di simile;
  • nessuna fotocamera;
  • il modulo A-GPS non è di serie su tutte le configurazioni, e se la sua sensibilità è pari a quella di iPhone allora è ben lontano dall’essere un campione di precisione;
  • nessun supporto per l’alta definizione così come la possibilità di connessione con una TV Full HD, difetto quest’ultimo che sarà forse corretto in futuro da qualche accessorio su misura, ma i contenuti trasmessi non saranno comunque in HD;
  • a differenza di display e-ink come quelli del Kindle di Amazon, quello di iPad è più tradizionale e bisognerà valutare col tempo se questo non andrà ad intaccare il grado di leggibilità di giornali e libri;
  • iPhone OS o Mac OS? Questo è forse il dilemma maggiore… tu cosa avresti preferito? Io forse il secondo.
Prezzi iPad

L’ultima nota riguarda il prezzo. Apple ha decisamente voluto essere competitiva proponendo un prezzo base dell’iPad di 499$ che prevede la connettività Wi-Fi ma non 3G ed una memoria di 16 GB. Il prezzo massimo invece è di 829$.

Italia…

E proprio su questo punto mi desta un pò di curiosità vedere quale sarà il prezzo in € dell’iPad una volta che arriverà in Italia.  Apple con i suoi prodotti ha spesso applicato la conversione 1$ = 1€, ma mentre il prezzo in dollari è sia competitivo con i suoi concorrenti sia giusto se pensato in relazione al valore di un iPhone in America dove il suo acquisto, secondo le loro abitudini, è estremamente legato alle offerte con sottoscrizione mensile. In Italia invece abbiamo una situazione diversa dove vige la vecchia tradizione dell’acquisto libero da vincoli mensili e quindi il suo valore è ben chiaro: prezzo minimo per un iPhone 3GS 619€. Questo si potrà quindi tradurre in 2 possibilità:

  1. il prezzo minimo di un iPad italiano quindi se volessimo evitare prese in giro non potrà essere inferiore, ma nemmeno uguale, a 619€;
  2. si ricomincerà con il solito tariffario assurdo tipico degli operatori relativo alla sottoscrizione mensile.

Parere personale:

onestamente non saprei dire senza provarlo se essere contento o deluso, iPad eredita diverse pecchè dei suoi predecessori e questa cosa comincia ad essere un pò frustrante. Il design l’avrei preferito leggermente diverso, magari un pochino più spesso ma senza quella brutta cornice laterale; inoltre la home mostra troppo spazio tra le icone delle apps, con tutto quel display ce ne starebbero almeno il doppio o quasi, oppure non mi sarebbe dispiaciuto vedere un nuovo modo di disporle. Va detto però che il fatto di poter riversare tutte le proprie applicazioni da iPhone a iPad senza doverle ripagare è un gran bel vantaggio, ed il prezzo base è decisamente attraente: con un dollaro debole ed un volo oltre oceano ne varrebbe decisamente l’acquisto.

Dopo il break trovi una piccola galleria fotografica.

[Foto | Via Engadget]

Paolo Colombo
Paolo Colombohttps://www.mytechnology.eu
Classe '81, appassionato di tecnologia e internet. Dal 29 marzo 2007 scrive quotidianamente con passione sul suo blog www.mytechnology.eu | .it articoli inerenti queste due tematiche. Ha una bellissima moglie e due figli adorabili, e passa le nottate scrivendo articoli e giocando online con i membri del clan EraseR che conosce da ben 20 anni.
ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

3 Commenti

  1. si quello è molto probabile…però avrebbe veramente poco senso, o meglio ancora sarebbe un presa per il cuculo per chi ha preso iPhone, mentre sarebbe già più equilibrato pensado a chi ha preso ipod touch

  2. Trovo pazzesco che un prodotto, che ha la pretesa di essere il futuro, ignori il fatto che flash è il presente in molti siti web (anche durante la presentazione di S. Jobbs si vedono i temutissimi “pezzi di lego” al posto degli elementi flash, che indicano l’impossibilità di visualizzare il contenuto)!!!
    Questo unito all’impossibilità di riprodurre divx, (ereditata da iphone) mostra che le preoccupazioni di Apple sono orientate più ad evitare una riduzione delle vendite dello Store piuttosto che ad offrire un servizio ormai standard per tutti gli altri produttori.

    Io ho i miei dubbi che sarà un successo, anche se gli integralisti della mela difenderanno i prodotti Apple a qualunque costo. Dopotutto li fanno sentire così cool!!!!

    😉

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

INDICE CONTENUTI ARTICOLO

CONTINUA A SEGUIRMI

855FansMi piace
394FollowerSegui
429FollowerSegui
247FollowerSegui
6,540IscrittiIscriviti

ULTIMI ARTICOLI