Google ha reso ufficiale uno degli smartphone più attesi del 2020, che si attendeva per maggio ma che invece arriverà ufficialmente solo il 1° ottobre: quasi 5 mesi dopo

Molti, e tra questi includo me stesso, a maggio attendevano la presentazione del Google Pixel 4A. Ma rimasti a bocca asciutta ci siamo nuovamente nutriti di rumors: non tanto riguardanti le specifiche che ormai erano cosa ben nota, quanto riguardo alla possibile data di presentazione che è avvenuta oggi.

Ma oggi, 3 agosto, ennesima doccia fredda: preordini a partire dal 10 settembre con disponibilità a partire dal 1 ottobre. Troppo in ritardo.

Ma andiamo per gradi e cerchiamo di mettere nero su bianco, in maniera questa volta ufficiale, quelle che sono le specifiche tecniche del Google Pixel 4A

Specifiche tecniche Google Pixel 4A

  • Sistema operativo: Android 10
  • Schermo: Display da 5,81 pollici con foro, OLED FHD+ (1080 x 2340) a 443 ppi in 19,5:9 con supporto HDR
  • Dimensioni: 144 x 69,4 x 8,2 mm, peso 143 g
  • Batteria integrata: 3140 mAh
  • Sistema di ricarica: Alimentatore USB-C da 18 W con USB-PD 2.0, ricarica rapida da 18 W
  • Memoria: 6 GB di RAM LPDDR4x + 128 GB (UFS 2.1)
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 730 Octa-core da 2,2 GHz + 1,8 GHz a 64 bit
  • GPU: Adreno 618 + Modulo di sicurezza Titan M
  • Fotocamera posteriore:
    • singola con sensori da 12,2 MP con tecnologia Dual Pixel, larghezza pixel 1,4 ?m, messa a fuoco automatica con tecnologia Dual Pixel a rilevamento di fase, stabilizzazione ottica ed elettronica delle immagini, apertura f/1,7, campo visivo 77°
    • video 1080p a 30 f/s, 60 f/s, 120 f/s – 720p a 30 f/s, 60 f/s, 240 f/s – 4K a 30 f/s
  • Fotocamera anteriore (alloggiata nel foro del display):
    • 8 MP, dimensioni pixel 1,12 ?m, apertura f/2,0, messa a fuoco fissa, campo visivo 84°
    • video 1080p a 30 f/s – 720p a 30 f/s – 480p a 30 f/s
  • Sensoristica: sensore di prossimità/sensore della luce ambientale, accelerometro/giroscopio, magnetometro, sensore di impronte digitali sul retro, barometro
  • Pulsanti e porte: USB Type-C 3.1 Gen 1, jack audio da 3,5 mm, tasto di accensione, controlli del volume
  • Comparto SIM: Nano SIM singola, eSIM
  • Audio: altoparlanti stereo, 2 microfoni
  • Comparto wireless e reti: Wi-Fi 2,4 + 5 GHz 802.11 a/b/g/n/ac 2×2 MIMO, Bluetooth 5.1 + LE, A2DP (codec HD: AptX, AptX HD, LDAC, AAC), NFC, Google Cast, GPS, GLONASS, Galileo, QZSS, BeiDou, fino a 600 Mbps in download, fino a 75 Mbps in upload
  • Contenuto della confezione: Alimentatore USB-C da 18 W, Cavo da USB-C a USB-C lungo 1 metro (USB 2.0), Guida rapida, Adattatore per il trasferimento rapido, Strumento SIM

Viste le specifiche è il momento di valutare alcuni pro e contro nell’acquisto di un Google Pixel 4A verso fine 2020: il grosso pregio di questa gamma è quello di proporre uno smartphone compatto con un ottima fotocamera ad un prezzo tutto sommato accettabile, ed in questo Google conferma l’intenzione di mantenere lo stesso approccio visto con il Pixel 3A.

Ci sono però degli elementi che giocano a sfavore del Pixel 4A che per il 3A invece non erano tutto sommato così importanti:

Design e materiali. Se in merito ai materiali si sapeva che non sarebbero stati di pregio, il design lascia però perplessi perchè presenta tutti elementi vecchi di 1 o addirittura 2 anni: foro frontale della fotocamera e lettore di impronte sul retro.

Processore vecchio. Nonostante un processore come lo Snapdragon 730 possa portare un notevole risparmio nel consumo di energia, un ritardo accumulato di mesi non giustifica la commercializzazione di questo smartphone quando sul mercato ci sono ormai altri modelli con Snapdragon 765G.

E’ innegabile che chi acquisterà il Pixel 4A lo farà per avere il software di Google, ma poi principalmente per un unico motivo: una fotocamera con prestazioni non paragonabili nella sua fascia di prezzo e con una invidiabile modalità notte che probabilmente pochi sfrutteranno a dovere, ma chi propenderà per l’acquisto accetterà dei compromessi che erano quasi assenti al lancio del Pixel 3A.

Come detto in apertura sarà possibile pre-ordinare il Pixel 4A dal 10 settembre ad un prezzo di 389 Euro, ma per averlo tra le mani bisognerà poi attendere fino al 1 ottobre.

Pro

  • Fotocamera
  • Modalità notte

Contro

  • Design e materiali
  • Processore
  • Ritardo nella commercializzazione: arriva vecchio

Rispondi