CM Storm Mech

Le tastiere meccaniche esistono da molto tempo ma è solo di recente che in ambito gaming stanno vivendo il loro periodo di maggior sviluppo ed oggi vedremo in particolare la tastiera meccanica Cooler Master CM Storm Mech.

La quasi totalità delle tastiere che trovi in circolazione sono le tradizionali tastiere a membrana i cui tasti hanno un principio di funzionamento molto diverso da quelli di una tastiera meccanica.

Nella tastiera meccanica sono presenti degli interruttori che possono essere di diversi tipi e colori ed identificano un comportamento differente. Tali interruttori permettono sostanzialmente alcune cose:

  • di avere maggior feedback dalla tastiera
  • non c’è bisogno che il tasto venga premuto fino a fine corsa affinché ne venga riconosciuta la pressione
  • maggior numero di tasti attivabili in contemporanea
  • maggior resistenza dei pulsanti, e quindi della tastiera in generale

Update: in fondo all’articolo trovi anche la video recensione.

Il contenuto

DCIM102GOPRO

Una volta estratta dalla sua imponente confezione, la Cooler Master Mech si fa notare immediatamente per la sua lamina in alluminio a fare da cornice ai tasti dandole un senso di robustezza non comune in tutte le tastiere. La seconda cosa che si nota immediatamente è il maniglione posto sulla sinistra, che risulta molto comodo per trasportarla o anche solo per riposizionarla sul tavolo.

All’interno della scatola troviamo due foglietti a fare da “istruzioni rapide”, il cavo USB per collegare la tastiera ed un sacchettino contenente una chiave esagonale per svitare la piastra in alluminio e uno strumento utile ad rimuovere i keycaps.

DCIM102GOPRO

DCIM102GOPRO

Avremo modo di approfondire tra poco i vari input e output di cui è equipaggiata, ad ogni modo nella parte superiore della tastiera troviamo due connettori USB 3.0, un connettore mini USB per ricaricare dispositivi che adottano questo standard e due jack per microfono e cuffia oltre al connettore USB che serve per collegare la tastiera al PC.

Il cavo usb che serve a connettere la tastiera è di tipo B, ed è lungo 1.5 metri. Onestamente per quanto mi riguarda è troppo corto perchè il mio PC non è posizionato negli immediati paraggi tipo sotto la scrivania ma è a lato. Il fatto però che il cavo sia scollegabile ne rende immediata la sostituzione con uno della lunghezza più adatta.

Sopra il tastierino numerico se hai l’occhio attento noterai subito che mancano i 3 classici LED presenti in tutte le tastiere e che nella Mech vengono trasferiti nella parte bassa.

DCIM102GOPRO

Se quindi la prima impressione è quella che conta, con la CM Storm Mech non si può che rimanere estremamente soddisfatti dalla qualità costruttiva di quello che ci si ritrova di fronte

Ma avremo la stessa qualità anche al suo interno? Scopriamolo.

Cherry MX Blue

Gli interruttori inseriti nella Mech sono i Cherry MX Blue. Cherry MX è il nome di un tipo di interruttore meccanico prodotto da Cherry che è probabilmente quello universalmente più noto nel settore.

I Cherry MX possono essere di 4 colorazioni: marrone, blu, nero, rosso ed in base al colore si hanno feedback e prestazioni differenti.

cherry mx

Il Cherry MX Blue montati su questa tastiera hanno a mio avviso il giusto compromesso tra gaming e scrittura: richiedono una forza di pressione pari a 50g (in una scala di misura che va solitamente da 40 a 60) ed hanno come force feedback il click. Cosa vuol dire tutto ciò: significa che la pressione necessaria ad attivare il pulsante è poca, ma non estremamente poca, e che i tasti saranno abbastanza rumorosi. La rumorosità dei tasti è oggettiva, ma può avere anche qualche connotazione positiva in quanto avere un feedback ben udibile ci facilita inconsciamente durante le scrittura.

DCIM102GOPRO

Input/output

La presenza dei jack audio su questa tastiera li interpreto più in relazione ad un utilizzo occasionale che altro. Chi ha una simile tastiera quasi sicuramente utilizza delle cuffie da gaming usb o ha una scheda audio integrata, non vale quindi la pena a mio avviso prenderli in considerazione oltre il necessario ma ad ogni modo l’audio che è in grado di erogare è simile a quello dei jack audio presenti nelle scheda madri più tradizionali; inoltre i jack non sono placati oro sintomo anche questo che anche Cooler Master forse la pensa come me.

Mi ha fatto molto piacere trovare le due prese USB 3.0, in quanto non fa mai male avere una presa usb alla portata, mentre il connettore mini usb è di difficile interpretazione: se lo pensiamo in relazione ad un cellulare sarebbe stato più giusto inserire il micro usb ma anche il mini usb non è comunque del tutto scomparso come standard.

DCIM102GOPRO

Software, macro e automatismi

I primi tasti sulla sinistra della tastiera sono M1, M2, M3, M4, M5 ovvero tasti dedicati alla creazione di alcuni automatismi o addirittura l’attribuzione di macro. Tramite il software da scaricare ed installare dal sito ufficiale è possibile infatti assegnare l’avvio di applicazioni per esempio, cosa estremamente comoda.

Le macro possono essere registrate in 3 modalità, e una volta create è possibile rivederle ed editarle sempre stando all’interno del software.

Il software in generale sembra abbastanza curato, anche se poco spazio è stato dedicato all’upgrade del firmware. E’ possibile creare e gestire i profili, memorizzarli all’interno della tastiera o per i più esigenti memorizzarli sul PC e trasferirli sulla tastiera al momento del bisogno.

Ai tasti funzione F1-F12 sono invece assegnate delle funzioni speciali che vanno dal controllo della retroilluminazione dei tasti, alla gestione volume o il playback video.

cmstormmech software

Retroilluminazione tasti

La retroilluminazione è piuttosto spettacolare: bianca e brillante, che è possibile ridurre di intensità oppure modificarla in modalità “respiro” in cui la luce va e viene ritmicamente o modalità “gaming” dove solo i tasti WASD, Freccette e quelli Macro vengono illuminati.

Ho trovato però che l’illuminazione non è uniforme: le lettere principali vengono illuminate benissimo ma ad esempio i tasti numerici che riportano il numero ed il simbolo hanno una netta preferenza per i primi mentre i simboli non godono dello stesso trattamento.

DCIM102GOPRO

 

DCIM102GOPRO

 

DCIM102GOPRO

La piazzi e non si muove

Una cosa che ho particolarmente gradito della tastiera è l’elevata qualità dei 4 piedini a striscia gommati: una volta posizionata è praticamente impossibile che questa incominci a muoversi, per questo ad inizio articolo dicevo che la presenza della maniglia può aiutarci perchè effettivamente fa da punto di presa per riuscire a farla scivolare un po.

Prezzo

Attualmente la vedo proposta su Amazon ad un prezzo di 129 Euro più spese di spedizione. Esistono tastiere meccaniche che costano meno, ma non hanno il carisma e la dotazione di cui è equipaggiata la CM Storm Mech.

Videorecensione

2 Commenti

  1. Il mini usb sul retro serve per collegare la tastiera al pc..
    la hai provata o solo tirata fuori dalla scatola?
    bye P

  2. Il mini USB non serve a quello. La tastiera si collega con un cavo USB di tipo B come ho ben specificato nell’articolo. Inoltre la pagina ufficiale riporta: mini-USB charging… dove tu abbia preso questa informazione non lo so, ma se vuoi collegarla dalla mini USB in bocca al lupo!

Rispondi