Cooler Master propone la tastiera Masterkeys Lite L, pensata per chi vuole approcciarsi alle tastiere meccaniche

La tastiera Masterkeys Lite L è una tastiera a membrana che però grazie all’utilizzo di switch che Cooler Master definice “mem-chanical” permette di ottenere il feeling che si ha utilizzando le tastiere meccaniche.

All’interno della confezione troviamo la tastiera e un foglietto illustrativo, ma è impugnandola che ci si rende conto del buon livello costruttivo: i piedini gommati sono robusti e antiscivolo, mentre i profili sono sottili non andando ad esagerare con l’ingombro dello spazio. Il cavo è il tipico cavo gommato, quindi non rivestito in tessuto, con una discreta lunghezza (1.8 metri).

Le tastiere meccaniche hanno spopolato di recente in ambito gaming: a livello hardware permettono cose che una tastiera a membrana non può fare ed offrono un maggior feeling di battitura non solo mentre si gioca ma anche mentre la si usa per scrivere normalmente, non è un caso infatti che esistono diversi tipi di Cherry MX ed uno dovrebbe essere portato a scegliere quello a lui più congeniale in base all’utilizzo che ne fa. Inoltre garantiscono una maggior durata.

Mem-canica

Gli switch mem-canici sviluppati da Cooler Master restituiscono un buon feadback, molto simile a quello di una tastiera meccanica e dovrebbero garantire una vita utile lunga il doppio rispetto a quella di una tipica tastiera a membrana.

Per chi punta alle performance però è bene non aspettarsi un feedback simile ai Cherry MX Rossi in quanto siamo più vicini a quelli blu o marroni, ma quanto meno non avremo problemi di pressione multipla in quanto il suo sistema anti-ghosting permette una pressione simultanea di 26 tasti.

I copri tasti possono essere facilmente rimpiazzabili con uno qualsiasi compatibile cherry mx.

Retroilluminazione RGB

La vera chicca di questa tastiera però è data dalla retroilluminazione con il suo stupendo effetto RGB altamente personalizzabile: se infatti un arcobaleno di colori ti sembra esagerato puoi sempre scegliere di sfruttare una delle altre modalità che permettono di variare colore, intensità, e modalità di illuminazione. E’ infatti anche possibile decidere di non illuminare interamente la tastiera ma solo delle parti.

L’uniformità della luce è buona, ed i tasti sono leggibili interamente non come in altre tastiere dove magari si ha una luce troppo tenue o mal distribuita. Inoltre la comodità della Masterkeys Lite L è il fatto di non dipendere da alcun software, semplicemente la si collega e si sceglie come illuminarla con i tasti FN+ F1 a F7.

Resistenza all’acqua

Ultima caratteristica, non prettamente tipica delle tastiere, è la sua resistenza all’acqua. La Masterkeys Lite L è garantita “water splash” quindi resiste agli schizzi e non teme per tanto un bicchiere appoggiato al suo fianco.

Dove può far meglio

Se proprio vogliamo trovare qualche difetto alla tastiera, personalmente ne ho trovati due:

  • la rumorosità è una controindicazione molto forte in tutte le tastiere meccaniche, ma la Masterkeys Lite L lo è particolarmente al punto da entrare spesso nel microfono mentre si parla su Teamspeak. In particolare la barra spaziatrice ed il pulsante Invio sono mediamente più rumorosi degli altri.
  • Manca infine uno scivolo che consenta ai polsi di appoggiarsi e trovare un pochino di confort in più.

In conclusione

Per finire la recensione non va dimenticato il prezzo: 36 Euro circa su Amazon, decisamente interessante anche se fosse solo una tastiera a membrana con una retroilluminazione così particolare. Ma è indubbiamente il prezzo giusto per una tastiera diversa dal solito che ci vuole traghettare verso le meccaniche.

Non va dimenticato poi l’interessante pacchetto Combo che include anche il mouse, attualmente in vendita a 56 Euro.

Rispondi