La dashcam AUKEY DRA1 è compatta e viene spedita in una confezione ben accessoriata, al suo interno infatti troviamo:

  • una ventosa per il fissaggio sul parabrezza
  • un aggancio opzionale con adesivo provvisto di 2 adesivi 3M
  • 6 supporti passacavi per tenere in ordine il cavo all’interno dell’abitacolo
  • un cavo mini usb di ben 4 metri che termina con il caricatore per la presa accendisigari
  • un attrezzo in plastica per facilitare il posizionamento del cavo
  • istruzioni in italiano (che fanno sempre piacere)

Tra questi una menzione speciale se la merita la ventosa che rende pressochè inutile la presenza dell’opzione adesivo: è piccola ma ha una tenuta eccezionale, forse anche merito del fatto che la dashcam ha un peso irrisorio.

Va segnalato però che non è presente, ma è disponibile come accessorio, il modulo GPS che trovate qui sotto:

La dashcam ha un display LCD da 2.7″ che permette di visualizzare in tempo reale l’immagine che viene registrata alla risoluzione di 1920×1080 a 30 fps. Inoltre è provvista di microfono che permette di registrare l’audio presente all’interno dell’abitacolo.

Nella parte superiore troviamo il connettore mini-usb, ed il jack per il collegamento del modulo GPS appena visto mentre sulla destra trova posto l’ingresso per una memoria micro-sd.

Sotto il display sono presenti 4 pulsanti con le seguenti funzionalità:

  • registrazione di emergenza
  • riproduzione
  • menù impostazioni
  • disattivazione display

La registrazione di emergenza permette di salvare il filmato in corso in modo da proteggerlo da una eventuale sovrascrittura: la dashcam infatti può essere impostata in modo tale che registri in loop e qualora vada ad esaurimento della memoria inizierà a sovrascrivere i filmati più vecchi. Premendo questo pulsante il filmato viene salvato in una cartella a parte.

Il pulsante di riproduzione permette semplicemente di rivedere i contenuti al volo, senza necessità di un computer.

Il menù impostazioni invece è ricco, e oltre a permetterci di personalizzare o migliorare leggermente la qualità della ripresa permette di personalizzare anche il modo di funzionamento: personalmente l’ho impostato in modo tale che la dashcam registri non appena si accende la macchina ma volendo è possibile fare in modo che registri quando rileva un movimento ma per far questo bisogna fare in modo che la dashcam sia sempre alimentata.

Infine abbiamo la possibilità tramite l’ultimo pulsante di disattivare il monitor per evitare distrazioni.

Qualità video di giorno

La qualità del video durante il giorno è buona, ed è sufficientemente nitido da permettere la lettura delle targhe sulle auto posizionate sufficientemente vicino a noi.

Ha un angolo di visione di 140° che trovo più che sufficiente per avere un’inquadratura completa di quello che avviene frontalmente.

Qualità video di notte

Non all’altezza invece la qualità video di notte: dal menù è possibile andare a variare alcuni parametri per migliorare sensibilmente la visione ma su strade completamente buie il campo visivo si limita a quello illuminato dai fari della nostra auto. Se invece l’abiente è illuminato, come un paese o una strada con dei lampioni, la visibilità migliora ma a condizione di accettare la presenza di un po’ di rumore.

Qualità registrazione audio

Buona la registrazione dell’audio, le voci dell’abitacolo si sentono in maniera piuttosto chiara ma ovviamente non dobbiamo essere troppo esigenti.

Un prodotto affidabile

L’aspetto che più mi è piaciuto è la facilità di utilizzo e la sua affidabilità: si accende la macchina e la dashcam si accende e registra… SEMPRE. In un mese di utilizzo non ha mai dato problemi o mostrato incertezze ed è forse uno degli aspetti più importanti da tener conto in un prodotto del genere.

Mini-USB e alimentazione

Se l’affidabilità è il punto forte l’aspetto che invece mi ha un pochino infastidito è l’idea di dover cablare la macchina con un cavo mini-usb che termina in un alimentatore da accendisigari. Nell’ottica di dover fare le cose il meno volte possibile avrei preferito avere almeno un micro-usb in modo tale che se un domani decidessi di cambiare modello il cavo sarebbe già li pronto.

E’ anche vero che non è l’unica a proporre soluzioni alimentate in questo modo.

Infine l’alimentatore collegato al cavo direttamente va a “rubare” la porta accendisigari dove magari solitamente abbiamo un accessorio con doppia porta usb già collegato che ci permette di caricare anche lo smartphone.

Pro

  • Affidabile
  • Qualità audio di giorno

Contro

  • Qualità video di notte
  • Alimentatore accendisigari collegato direttamente al cavo
  • Mini-usb

Conclusioni

La dashcam AUKEY DRA1 si è dimostrata affidabile ma deve stare attenta alla concorrenza (anche internamente ad AUKEY): ad un prezzo più o meno simile si trovano prodotti altrettanto validi sulla carta e con qualche funzionalità in più, pertanto ritengo che il suo prezzo ideale si aggiri tra i 30 e 40 euro, non di più.

Rispondi