GeForce Now esce dalla beta e affonda il colpo tra i circuiti di Google Stadia

Il servizio GeForce Now, che da quando era stato inaugurato era disponibile in beta agli utenti che avevano risposto all’invito, è finalmente disponibile a tutti e permetterà di giocare in streaming direttamente dal cloud a giochi acquistabili sulla piattaforma oppure a giochi già presenti nella propria libreria.

Quale libreria? Steam, Epic Games, Battle.net e Uplay.

Google Stadia… colpita e affondata.

GeForce Now è disponibile gratuitamente con alcune limitazioni (tra cui un tempo limite di 1 ora per sessione), oppure ad un prezzo di 5,49 Euro al mese che oltre a rimuovere tali limitazioni darà accesso al ray tracing ovvero la tecnologia innovativa implementata sulle schede video Nvidia RTX.

GeForce Now permetterà di giocare alla massima risoluzione di 1080p a 60 fps e sarà accessibile da PC, Mac, Nvidia Shield e smartphone Android con almeno 2 GB di RAM e con sistema operativo 5.0 o superiore.

Una volta all’interno del client sarà possibile scegliere il tipo di streaming e quindi scegliere se ottenere una maggior qualità di maggine oppure maggiori prestazioni e magari anche un consumo dati ridotto.

Va inoltre ricordato che per usufruire della massima qualità si stima un consumo di 10GB all’ora, quindi attenzione ai piani dati per chi gioca da mobile, e per usufruire del collegamento in 720p a 60 fps Nvidia consiglia una 12 Mbps come velocità di connessione.

Si tratta quindi di un abbonamento non in stile Netflix, perchè sarà previsto un catalogo di giochi che andrà acquistato a parte, ma data la possibilità di associare la propria piattaforma da modo agli utenti di avere già di base accesso ad un catalogo potenzialmente enorme senza spendere altri soldi se non l’abbonamento mensile.

L’unica mancanza a questo punto, a parte l’accesso ad alcune piattaforme tra cui Electronics Arts, sembra il 4K; ma che considerando le risorse necessarie per uno stream 4K molti utenti probabilmente saluteranno lo stesso con gioia questa nuova GeForce Now.

Rispondi