CONDIVIDI

smartphone-2016

A tre mesi di distanza dalla passata guida alla scelta dello smartphone migliore, oggi abbiamo una visione più chiara su chi saranno i dominatori del 2016.

Dopo la presentazione di Huawei P9 e HTC10 abbiamo finalmente un quadro completo degli smartphone che vedremo nei negozi nei prossimi mesi ed è quindi il momento ideale per scegliere il nostro prossimo smartphone.

Vi rimando alla guida precedente per quanto riguarda le considerazioni in merito al sistema operativo da scegliere.

Miglior smartphone di fascia bassa, aprile 2016

Per quanto riguarda la fascia più bassa del mercato in questo momento l’ideale è spendere qualcosina di più per riuscire a comprare quello che fino ad inizio 2016 poteva essere considerato un concorrente nella lotta per il dispositivo di fascia media. Metti da parte quindi gli smartphone con un target price da 100 Euro ed approfitta delle offerte spendendo circa 150-160 Euro.

Asus Zenfone 2 Laser

Asus-Zenfone-2-laser

Asus Zenfone 2 Laser è di poco inferiore a livello di performance rispetto a Zenfone 2, ma essendo arrivato dopo ne corregge anche qualche piccolo difetto. Asus ha fatto un buon lavoro per dare una buona fluidità un po’ a tutta la gamma e questo dispositivo non fa eccezione. Gli mancano le cose “in più” come NFC e purtroppo la retroilluminazione dei tasti, ma compensa con una fotocamera al di sopra della media per questo range di prezzo e con la presenza della dual SIM.

Il suo prezzo si aggira intorno ai 160-170 Euro.

Miglior smartphone di fascia media, aprile 2016

Xiaomi Mi5, in attesa che il prezzo cali ancora un pochino

xiaomi mi5

Attualmente la versione 32 GB in colorazione bianca di Xiaomi Mi5 la si può trovare online a 415 Euro e nel momento in cui scenderà intorno ai 350 Euro diventerà a tutti gli effetti lo smartphone di fascia media di riferimento dato che ha veramente tutto, non ultimo un processore Snapdragon 820 prerogativa dei top di gamma attuali e memorie UFS 2.0, identiche a quelle di Galaxy S7. Anche a livello software Xiaomi offre ormai un’esperienza completa e fluida e la fotocamera stabilizzata su 4 assi fornisce ottimi risultati.

Il prezzo ufficiale di Xiaomi Mi5 ha inizialmente spiazzato in quanto ci si aspettava un dispositivo più economico, ma così come è stato per Huawei anche per Xiaomi il livello qualitativo si è alzato parecchio sotto diversi aspetti. Una delle pecche maggiori è la non espandibilità della memoria ed il pulsante fisico non sembra fornire un feedback perfetto, ma sono dettagli su cui si può andare oltre.

Vale quindi l’attesa? Secondo me si, motivo per cui ho voluto premiarlo

Miglior smartphone top di gamma, aprile 2016

Per questa edizione dedicata al miglior smartphone top di gamma è stata determinante la recente presentazione di Huawei, un brand che fino a pochi anni fa tutti lo consideravano solo per la fascia bassa (fu il primo a mettere sul mercato uno smartphone android sotto i 100 euro), e nella quale si è capita tutta la sua volontà nel voler fare ma soprattutto nel voler fare bene con un Huawei P9 realizzato in collaborazione con un brand storico come Leica. Non bisogna tuttavia dimenticare di considerare HTC10, Samsung Galaxy S7, LG G5 ed iPhone 6S… tutti ottimi terminali che mai come quest’anno hanno spinto l’asticella verso l’alto e sperimentato nuove frontiere come è il caso di LG. Sotto il profilo delle prestazioni, il nuovo HTC10 sembra promettere bene mentre chi vuole un ottimo compromesso tra foto e video allora Galaxy S7 è probabilmente la scelta giusta, ma per me non perfetta.

Huawei P9

huawei P9

Il motivo per cui scelgo Huawei P9 come miglior smartphone top di gamma va visto sotto molteplici aspetti ma tutti questi convergono nel miglior rapporto qualità/prezzo: la collaborazione con Leica ha indubbiamente dato buoni frutti e l’idea di avere una fotocamera in bianco e nero senza filtro è vincente tanto che a giudicare dai primi test che ho visto le foto in bianco e nero risultano avere un’impronta molto più “professionale” rispetto a quelle tradizionali.

In uno smartphone per me la componente foto-video è davvero importante e se avessi dovuto valutare solo quella allora il Galaxy S7 sarebbe risultato in cima alla lista, ma il P9 oltre ad avere un design più fresco garantisce anche l’USB type-C cosa che invece S7 non ha, e la colpa è da imputare ai Gear VR.

Personalmente il micro-usb lo detesto, quindi S7 per me è out nonostante rimanga un ottimo device superiore a P9 nel comparto foto-video; essendo arrivato per primo sul mercato e soffrendo di un forte deprezzamento si mette in forte concorrenza con P9 il quale parte da un prezzo molto più contenuto.

Di P9 mi piace il design, il fatto che sebbene sia meno spesso rispetto agli altri non ha lo scalino in corrispondenza dell’ottica, mi piace il modo con cui ci fa interagire con il sensore delle impronte digitali che non è visto come un semplice autenticatore ma permette anche di eliminare le notifiche ecc., mi piace il connettore usb a doppia faccia e la tripla antenna wi-fi.

Quello che non mi piace sono la poca chiarezza su come lavorano i due obiettivi: Huawei in fase di presentazione ha dichiarato che l’obiettivo in bianco e nero aiuta quello a colori a catturare maggior luce ma di fatto questo aspetto è stato smentito abbastanza in fretta. Inoltre manca la stabilizzazione ottica, cosa ormai quasi di serie per tutti i top di gamma.

Attualmente il prezzo online di Huawei P9 gravita tra i 500 ed i 550 Euro.

Perchè non LG G5? E’ un buon terminale ma non perfetto, i suoi punti deboli sono la batteria ed in generale il fatto che il discorso in merito alla modularità deve essere testato ma soprattutto supportato: i moduli presentati fino ad ora sono carini ma nulla di particolare che possa far volgere l’ago della bilancia a suo favore.

Il prezzo non è un problema? HTC10

htc10

Io ho sempre apprezzato HTC e la Sense, ma in passato a livello fotografico non è mai stata in grado di primeggiare. Quest’anno invece HTC10 presenta due fotocamere (frontale e posteriore) stabilizzate che dai primi test sembrano comportarsi molto bene anche in condizioni di scarsa luminosità sebbene abbia fatto un passo indietro sul fronte dell’audio che seppur ottimo non è più il BoomSound di M9; inoltre ha quasi azzerato la Sense ovvero un’interfaccia che è sempre stata apprezzata dagli utenti, in favore di un approccio più tradizionale e troppo in stile Android stock. Di tutto questo quindi apprezzo molto le migliorie effettuate in campo foto e video, dando per scontato che a livello di prestazioni in generale si equivale grosso modo con gli altri e una Sense alleggerita potrebbe portare più fluidità in futuro e magari aggiornamenti più tempestivi.

Perchè non iPhone 6S? Intendi a parte il prezzo senza il fatto di poter sperare in una sua diminuzione? Io considero iPhone in generale un ottimo telefono che difficilmente ti abbandona, ma nell’ultimo anno e mezzo non ho visto novità sostanziali in grado di farmelo preferire ad un Android.

Rispondi